Consulenza o Preventivo Gratuito

Scudo quater a quota 110 mld

del 01/05/2010
di: di Marino Longoni
Scudo quater a quota 110 mld
Quota 110 miliardi di euro. Questo il nuovo traguardo che, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, è stato raggiunto ieri con la chiusura dei termini per l'adesione allo scudo quater. Dati ancora non ufficiali, ovviamente, ma ricavati dall'esperienza sul campo degli operatori finanziari. Dalla quale emerge che, se a farla da padrone nel corso dello scudo ter sono state le operazioni di smobilizzazione di partecipazioni finanziarie, nello scudo quater gran parte del «fatturato» proviene dal rimpatrio giuridico degli immobili, operazioni gestite per lo più da società fiduciarie. In realtà nelle ultime due settimane si è assistito a un colpo di coda, causato probabilmente delle notizie di stampa sulla lista Fassina, un elenco di risparmiatori di tutto il mondo titolari di conti presso una delle più importanti banche svizzere, Hsbc. La lista, acquistata dalle autorità fiscali francesi, interessa anche quelle del Belpaese, che hanno già inviato una rogatoria per ottenere i nomi dei 7 mila italiani presunti evasori. Da qui l'impennata finale di rimpatri che ha fatto segnare una forte crescita dello smobilizzo di titoli posseduti in banche oltreconfine.

Il risultato finale per lo scudo quater dovrebbe quindi avvicinarsi ai 15 miliardi di ulteriori regolarizzazioni, che vanno ad aggiungersi ai 95 dello scudo ter. Per quanto riguarda la provenienza del patrimonio immobiliare regolarizzato, il 90% degli asset immobiliari è detenuto in Svizzera, mentre per il patrimonio finanziario l'origine è più varia.

Tutto sommato un buon risultato anche per il fisco italiano che non solo incassa immediatamente un altro miliardo (il 7% dei 15 miliardi), ma mette in cascina una trentina di miliardi di beni patrimoniali che nei prossimi anni si trasformeranno in materia imponibile. La gran parte delle regolarizzazioni degli immobili è infatti avvenuta al costo storico, che corrisponde mediamente a un terzo del valore reale.

Ora sta cominciando l'operazione dopo-scudo: i proprietari di questi beni si stanno infatti chiedendo quali siano gli strumenti migliori per proteggere i loro patrimoni. Una spia è l'accresciuto interesse per il trust ed il mandato fiduciario e per la ricerca di strumenti di investimento sicuro. Ma questo è una altro capitolo.

vota