Consulenza o Preventivo Gratuito

Brevi

del 27/04/2010
di: La Redazione
Brevi
Maurizio de Tilla, presidente dell'Organismo Unitario dell'Avvocatura, ribadisce le critiche ad alcuni aspetti del decreto legislativo sulla conciliazione, conferma il sostegno di oltre 90 ordini territoriali alle richieste dell'avvocatura e sollecita il Ministro Alfano a convocare urgentemente l'annunciato incontro per trovare adeguate soluzioni alle problematiche sollevate dagli avvocati. Il presidente dell'Oua contesta «che da un lato si chiede agli ordini forensi che si rendano promotori della media-conciliazione dall'altro si emarginano gli avvocati con la mancata previsione dell'assistenza legale necessaria in una fase che – nella maggior parte dei casi – è prodromica a quella giudiziaria». Entrando poi nel merito di uno degli aspetti controversi, cioè l'obbligo di informativa, ricorda che «non si può accogliere l'apparato sanzionatorio che lo completa, non previsto dalla legge delega né dalle raccomandazioni e direttive europee».

Per praticanti avvocati. Un piano di sostegno per i praticanti più meritevoli che accompagnerà l'attuazione della riforma forense, una riforma fatta per i giovani e non contro i giovani, alla quale da anni si accompagnano interventi del Consiglio nazionale forense. Il Cnf ha varato venerdì un manifesto sulla riforma forense, da oggi in votazione in aula al Senato, «per ristabilire la correttezza dell'informazione sul testo, messa alla prova da interventi ideologicamente mirati e per ribadire le ragioni per le quali la riforma è stata pensata anche per giovani e non contro i giovani, come informazioni scorrette insistono a sostenere». Il Cnf annuncia anche un piano di intervento, deliberato e già allo studio, di intervento economico a sostegno dell'accesso alla professione dei praticanti meritevoli, che si somma alle iniziative già intraprese negli ultimi anni.

La medicina del Lavoro, con relativi personaggi ed interpreti, dovrà affrontare sicuramente negli anni che seguiranno il forte disagio dello stress nel mondo del lavoro. Sempre più crescente, sempre maggiormente preoccupante. A ciò è ispirata la «due giorni» pesarese (26 e 27 aprile) che su questo tema scottante ha voluto chiamare a raccolta il mondo di esperti ed addetti ai lavori con il Convegno «Il benessere nei luoghi di lavoro: la nuova sfida della Medicina del Lavoro del XXI Secolo» organizzato dal Servizio PSAL, ASUR Marche Z.T. 1 Pesaro

vota