Consulenza o Preventivo Gratuito

Da maggio nuove regole sui distacchi

del 21/04/2010
di: di Carla De Lellis
Da maggio nuove regole sui distacchi
Dal 1° maggio entreranno in vigore le nuove disposizioni sul distacco dei lavoratori all'interno dell'Ue (regolamenti n. 883/2004 e n. 987/2009). Le nuove norme estendono la durata massima del distacco da 12 a 24 mesi e, di conseguenza, il formulario E 101 sarà sostituito dal formulario A1, che potrà avere la durata di 24 mesi, mentre il formulario E 102 verrà abolito. Lo precisa il ministero del lavoro. Con il distacco (in ambito Ue) è possibile derogare al principio di territorialità per quanto riguarda il regime previdenziale che stabilisce l'applicazione della normativa del luogo in cui è eseguita la prestazione lavorativa. In tal modo, dunque, si mantiene il diritto (per i lavoratori) al regime contributivo del paese di provenienza (Italia). I nuovi regolamenti non si applicano ai tre Paesi che hanno aderito all'accordo sullo spazio economico europeo (accordo See): Islanda, Liechtenstein, Norvegia; nonché alla Svizzera, a cui la normativa comunitaria di sicurezza sociale è stata estesa, dal 1° giugno 2002, con l'accordo stipulato tra la Confederazione elvetica e gli Stati dell'Ue.

vota