Consulenza o Preventivo Gratuito

Lo steward con il voucher

del 14/04/2010
di: di Gigi Leonardi
Lo steward con il voucher
Gli steward utilizzati negli impianti sportivi dove si svolgono partite tra squadre di calcio professionistiche possono essere retribuiti con i voucher. Lo precisa l'Inps nel msg. n. 9999/2010, con il quale l'ente si riserva peraltro di chiarire se la medesima possibilità sia consentita nei confronti dei titolari di prestazioni a sostegno del reddito (cig, indennità di disoccupazione ecc.) e dei lavoratori part-time impiegati in agricoltura.

Attività di stewarding. In merito alla possibilità che le società di vigilanza o appaltatrici di servizi utilizzino i buoni lavoro per le prestazioni degli steward nelle manifestazioni sportive, alla luce delle modifiche introdotte dal recente decreto del ministro dell'interno del 24 febbraio 2010, l'Inps fa presente che il ministero del lavoro nel ribadire preliminarmente che «deve ritenersi vietato, in via generale, l'utilizzo dei voucher in attività in regime di appalto o di somministrazione», afferma che tale principio deve ritenersi derogato, quanto all'attività di stewarding, a seguito delle nuove disposizioni che hanno modificato il precedente decreto dell'agosto 2007, con «esclusivo riferimento al circoscritto ambito di applicazione preso in considerazione dal medesimo decreto». Pertanto, si legge nella nota, è possibile definire le richieste di voucher presentate dalle società di vigilanza o appaltatrici di servizi delle attività di stewarding esclusivamente con riferimento al campo di applicazione di cui al decreto dell'8 agosto 2007. In particolare, l'art. 1 del citato decreto individua quale ambito di applicazione «i complessi e gli impianti sportivi, con capienza superiore a 7.500 posti, nei quali si svolgono partite ufficiali delle squadre di calcio professionistiche». In considerazione del preciso ambito di riferimento previsto dalla norma, l'utilizzo di steward può essere consentito solo in tali circostanze o non per altre manifestazioni sportive, né per servizi di accoglienza o supporto in manifestazioni fieristiche e spettacoli, offerte in forma di appalto di servizi. A tale riguardo gli uffici periferici dovranno acquisire apposita dichiarazione da parte delle società in merito all'evento calcistico per il quale si richiede l'utilizzo dei voucher.

Attività agricole stagionali. Circa la possibilità di impiegare nelle attività agricole stagionali (di cui alla lett. f) comma 1, art. 70 del dlgs. n. 276/2003) i percettori di prestazioni a sostegno del reddito e i lavoratori in part-time, per i quali la legge n. 191/2009 ha prorogato in via sperimentale per l'anno 2010 la possibilità di effettuare prestazioni di lavoro occasionale in tutti i settori produttivi, il ministero del lavoro si è riservato di fornire indicazioni all'esito di approfondimenti in corso.

Voucher in periferia. In considerazione della richiesta pervenuta anche da parte del ministero del lavoro di rendere il più possibile capillare la distribuzione dei voucher cartacei presso le sedi periferiche dell'Inps, d'ora in poi la gestione dei buoni lavoro sarà consentita anche alle sedi territoriali, tenendo conto soprattutto della condizione logistica e territoriale di riferimento.

vota