Consulenza o Preventivo Gratuito

Ok consorzi in gruppi temporanei

del 09/04/2010
di: di Andrea Mascolini
Ok consorzi in gruppi temporanei
I consorzi ordinari possono partecipare alle gare di appalto anche in raggruppamento temporaneo, nonostante l'articolo 34 del Codice non lo preveda, in quanto l'elenco in esso contenuto non ha carattere tassativo. È quanto afferma l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture con il parere dell'11 marzo 2010 n. 48 (prot. PREC 115/09/S), reso noto ieri, che ha preso in esame la questione della legittimità della partecipazione ad un raggruppamento temporaneo di concorrenti da parte di un consorzio ordinario (nella fattispecie oggetto del «precontenzioso» risolto dall'Autorità, il raggruppamento era stato escluso a causa della presenza di un consorzio ordinario). Il problema nasce dal fatto che l'articolo 34, comma 1, lettera d) del Codice dei contratti pubblici (dlgs 163/06) non ammette tali consorzi a fare parte di associazioni temporanee di imprese, ma soltanto i consorzi stabili e i consorzi fra cooperative di produzione e lavoro. Aderendo a una interpretazione «comunitaria», frutto di diverse sentenze della Corte di giustizia, l'Autorità accede a una interpretazione ispirata al favor partecipationis e alla non discriminazioni fondata sulla natura giuridica dei concorrenti. In particolare l'organismo di vigilanza presieduto da Luigi Giampaolino, richiama i paragrafi 1 e 2 dell'art. 4 della direttiva 2004/18 con riguardo al passaggio in cui si afferma che «, le amministrazioni aggiudicatrici non possono esigere che i raggruppamenti di operatori economici abbiano una forma giuridica specifica», per affermare che il principio della libertà di forme giuridiche impone una lettura non formalistica e più flessibile della norma del Codice. Tanto è vero che anche la Corte di giustizia, di recente, ha avuto modo di affermare l'ammissibilità di un raggruppamento costituito da una amministrazione aggiudicatrice (soggetto non ricompreso nella norma del Codice che tratta dei raggruppamenti temporanei); se così è - dice l'Autorità - a fortiori deve affermarsi anche l'ammissibilità della partecipazione alle gare di un R.T.I. composto da un consorzio ordinario di concorrenti e da una società commerciale.

vota