Consulenza o Preventivo Gratuito

L'Inps avverte: dal primo aprile solo comunicazioni on-line

del 30/03/2010
di: Gigi Leonardi
L'Inps avverte: dal primo aprile solo comunicazioni on-line
Per assolvere tutti gli adempimenti amministrativi, ai fini fiscali, assistenziali e previdenziali riferiti all'avvio dell'attività d'impresa, basta una Comunicazione unica da presentare all'ufficio del Registro delle Imprese, esclusivamente per via telematica o su supporto informatico. Dopo vari rinvii e fasi sperimentali, l'Inps ricorda (circolare n. 41/2010) che a partire dal 1° aprile 2010 la Comunicazione unica resta l'unica modalità per l'effettuazione delle comunicazioni che interessa l'Istituto.

Imprese. Con riferimento alla domanda di iscrizione e cessazione di impresa, comprese le imprese agricole, e variazione dei dati (attività esercitata; cessazione; modifica denominazione impresa individuale o modifica ragione sociale; sospensione e riattivazione attività; modifica della sede legale o della sede operativa), la nota precisa che gli adempimenti sono già disponibili con modalità telematica sul sito internet dell'Istituto. Dal 1° aprile 2010, dunque, ComUnica diviene la sola modalità per lo svolgimento dei suddetti adempimenti. Pertanto, nei casi di avvio dell'attività dell'impresa con contemporanea assunzione di personale dipendente (da cui discende l'obbligatorietà dell'imposizione contributiva e assicurativa) per effetto della quale si rende necessaria l'assegnazione di una posizione aziendale (matricola aziendale per nuova iscrizione (codice azienda e/o Cida, per le aziende agricole), gli utenti dovranno utilizzare esclusivamente il predetto canale telematico, valorizzando l'apposita sezione predisposta nella pratica di ComUnica (pratica Dm o pratica Da). Gli stessi utenti non dovranno più utilizzare la procedura telematica di iscrizione presente nei servizi on-line dell'Istituto né, tanto meno, il previsto formulario Dm68 (codice modello SC06) ovvero, per le aziende agricole, il modello di denuncia aziendale. Nelle ipotesi di assunzione di lavoratori dipendenti in un momento diverso dall'avvio dell'attività, da cui discende la necessità dell'assegnazione di una posizione aziendale (iscrizione di un'azienda già operante ma senza matricola o codice azienda per agricoli ), si potrà utilizzare facoltativamente uno dei canali telematici messi al loro disposizione dalla piattaforme web di ComUnica o dei servizi on-line dell'Inps. La medesima facoltà potrà essere esercitata anche nelle ipotesi di sospensione, riattivazione o cessazione dell'attività lavorativa con dipendenti, in quanto non trattandosi di vere e proprie modifiche al «continuum» dell'attività dell'impresa, non ha alcuna rilevanza ai fini degli adempimenti cui le stesse imprese sono tenute ad assolvere presso il Registro Imprese, ma solo ai fini Inps. Con riferimento infine alla modifica delle informazioni riguardanti la sede legale, la ragione sociale e/o la denominazione dell'impresa e l'attività economica dell'impresa, poiché le stesse hanno rilevanza ai fini degli adempimenti cui le imprese sono tenute ad assolvere al Registro Imprese, gli utenti dovranno utilizzare esclusivamente il canale telematico di ComUnica, valorizzando l'apposita sezione della pratica Dm o della pratica Da, per le aziende agricole.

Attività commerciali. La Comunicazione unica deve essere utilizzata da tutti i soggetti che presentano domanda d'iscrizione al Registro delle imprese e per i quali sorge l'obbligo d'iscrizione alla gestione previdenziale Inps. Al riguardo, è stata predisposta, in accordo con Unioncamere e Infocamere, una apposita sezione della Comunicazione unica, contenente le informazioni a carattere previdenziale (quadro AC). Tali informazioni sono allegate al flusso telematico degli eventi generati nel registro delle imprese dalle comunicazioni effettuate con ComUnica. Resterà possibile comunicare direttamente all'Inps tutte le informazioni, relative alla modifica della posizione contributiva del titolare o del coadiuvante, che non siano di interesse del registro delle imprese. Così, per esempio, non sarà necessario (ma sarà tuttavia possibile) utilizzare ComUnica nei casi di iscrizione di un coadiuvante in un momento successivo alla nascita dell'impresa.

Imprese artigiane. Con riferimento alle imprese artigiane, l'art. 1 del dpcm 6 maggio 2009 (provvedimento di attuazione della norma sulla Comunicazione unica) prevede che l'applicazione del decreto alle imprese artigiane è definito di intesa con le singole regioni, in modo che siano comunque utilizzate le procedure informatiche adottate per la Comunicazione unica al registro delle imprese. Nelle more dell'adozione delle intese, le regioni continuano ad utilizzare le procedure già in uso. Conseguentemente, dice la circolare, in mancanza delle suddette intese, per le imprese artigiane la Comunicazione unica si applica esclusivamente nei casi in cui ciò è previsto dalla legislazione regionale.

Aziende agricole autonome. Per le aziende agricole autonome (coltivatori diretti e imprenditori agricolo a titolo principale), è disponibile con modalità telematica sul sito internet dell'Istituto, il solo adempimento non obbligatorio dell'iscrizione Cd. Per le variazioni e cancellazioni, per l'iscrizione Iatp e Cd sono ancora in uso le modalità di presentazione cartacea dell'istanza. Anche in questo caso dal 1° aprile 2010 ComUnica diviene la sola modalità per lo svolgimento degli adempimenti. Tuttavia, così come comunicato da Unioncamere, la decorrenza dell'adempimento è procrastinata al 30 aprile 2010. Nella prima fase, solo nei casi di inizio dell'attività dell'impresa (da cui discende l'obbligatorietà dell'imposizione contributiva) per effetto della quale si rende necessaria l'assegnazione di una posizione aziendale (progressivo azienda), gli utenti dovranno utilizzare esclusivamente il predetto canale telematico, valorizzando l'apposita sezione predisposta nella pratica di ComUnica (pratica iscrizione Cd e/o Iap). Non dovranno più utilizzare l'istanza cartacea o la procedura telematica di iscrizione presente nei servizi on-line dell'Istituto. In una seconda fase si dovrà utilizzare esclusivamente il predetto canale telematico, valorizzando l'apposita sezione predisposta nella pratica di ComUnica anche per la cancellazione del nucleo per cessata attività e per la variazione dei dati del titolare. Nelle ipotesi di iscrizione o di cancellazione di soggetti in un nucleo Cd già esistente, si potrà utilizzare facoltativamente il canale telematico messo a disposizione dalle piattaforme web di ComUnica o la modalità cartacea. Quest'ultima sarà ancora usata per la comunicazione di tutte le altre informazioni non avente rilevanza ai fini degli adempimenti cui le stesse imprese sono tenute ad assolvere presso il Registro Imprese, ma solo ai fini Inps, quali la variazione dati anagrafici componenti nucleo, variazione dati contributivi componenti nucleo, variazione data inizio o fine imposizione contributiva e variazione dati colturali.

vota