Consulenza o Preventivo Gratuito

Percorsi formativi per avvocati

del 20/03/2014
di: la Redazione
Percorsi formativi per avvocati
In quest'articolo parliamo di quali sono le modalità di svolgimento dei percorsi formativi degli avvocati, contenute nel regolamento di attuazione dell'art. 9 legge 247/12 che stabilisce i parametri ed i criteri in base a cui valutare l'esercizio assiduo, prevalente e continuativo, dell'attività professionale nell'ambito di uno specifico settore di competenza, tale da integrare il presupposto della comprovata esperienza nell'area di specializzazione. Il titolo non può essere conseguito per più di un'area di specializzazione, mentre la domanda per il conseguimento può essere presentata dall'avvocato che abbia svolto il percorso formativo come da regolamento o abbia maturato una comprovata esperienza nel settore di specializzazione e non abbia riportato, nei tre anni precedenti la domanda, una sanzione disciplinare definitiva conseguente ad un comportamento realizzato in violazione del dovere di competenza e aggiornamento professionale e non abbia subito, nei due anni precedenti, la revoca del titolo di specialista. I percorsi formativi finalizzati al conseguimento del titolo sono corsi di specializzazione organizzati dalle facoltà, dai dipartimenti o dagli ambiti di giurisprudenza delle università legalmente riconosciute. Il titolo di avvocato specialista può essere conseguito, anche, dimostrando di aver maturato un'anzianità di iscrizione all'albo degli avvocati di almeno 8 anni nonchè di aver trattato nell'ultimo quinquennio in modo assiduo prevalente e continuativo incarichi professionali fiduciari rilevanti per quantità e qualità, per un ammontare minimo di 50 all'anno.
vota