Consulenza o Preventivo Gratuito

Iva piena se i fornitori sono diversi

del 10/01/2014
di: di Debora Alberici
Iva piena se i fornitori sono diversi
Niente detrazione Iva sull'acquisto di merce o la prestazione di un servizio proveniente da un fornitore diverso rispetto a quello indicato nella fattura. I documenti contabili, in questi casi sono inesistenti. A stabilirlo, la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 239 di ieri, ha accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate. La vicenda riguarda una srl alla quale l'amministrazione finanziaria ha negato il beneficio fiscale in relazione a una fatture di 120 mila euro pagata per un servizio di consulenza. Da un'indagine della Gdf era emerso che il fornitore della prestazione non era quello indicato nel documento contabile. Da qui la negazione della detrazione a cui fatto seguito il ricorso che è stato accolto, sia dalla Ctp, sia dalla Ctr, che hanno annullato l'atto impositivo. La sezione tributaria ha ribaltato il verdetto. Ad avviso del Collegio di legittimità, «circa l'effetto di evasione di imposta che si produce in conseguenza di tale operazione, non è sufficiente dedurre, da parte del contribuente, che la merce sia stata consegnata e la fattura, Iva compresa, sia stata pagata. Anche in considerazione del fatto che la provenienza della merce stessa da soggetto diverso da quello figurante sulle fatture, non è una circostanza indifferente ai fini dell'Iva».

Per un verso, infatti, la qualità del venditore può incidere sulla misura dell'aliquota e, quindi, sull'entità dell'imposta legittimamente detraibile dall'acquirente. Per altro verso, il diritto alla detrazione non sorge per il solo fatto della corresponsione dell'imposta formalmente indicata in fattura, essendo al contrario necessario che il pagamento dell'Iva al soggetto interposto non si traduca in una condotta agevolativa della frode fiscale posta in essere dai soggetti a monte del cessionario o committente. Per ottenere il beneficio fiscale il contribuente avrebbe dovuto provare la sua buona fede e cioè la non conoscenza della provenienza reale della merce o della prestazione del servizio.

vota