Consulenza o Preventivo Gratuito

Via al conguaglio dei congedi per i neopapà in agricoltura

del 28/12/2013
di: Carla De Lellis
Via al conguaglio dei congedi per i neopapà in agricoltura
Via libera ai conguagli dei giorni di congedo obbligatorio fruiti dai neopapà in agricoltura. Nella circolare n. 181/2013 l'Inps diffonde i codici da utilizzare sul modello Dmag. Due i congedi considerati. Il primo, obbligatorio, è di 1 giorno. Fruibile anche durante il congedo di maternità della madre (che sia lavoratrice) rappresenta un diritto autonomo. Il secondo congedo, di 1 o 2 giorni, anche continuativi, è facoltativo e la fruizione è vincolata alla scelta della madre lavoratrice di non fruire di altrettanti giorni (1 o 2) del suo congedo di maternità (quindi non si configura come diritto autonomo del papà). Entrambi i congedi possono essere fruiti entro e non oltre il quinto mese di vita del figlio.

Con la dichiarazione trimestrale Dmag relativa al IV trimestre 2013, spiega l'Inps, i datori di lavoro che anticipano le indennità per i due predetti congedi ai lavoratori assunti a tempo indeterminato (Oti), possono indicare, attraverso una denuncia di tipo P (principale), S (sostitutiva) o V (variazione) per ogni lavoratore beneficiario di anticipazione, nel quadro «F», relativamente al «tipo retribuzione»:

  • «B» se è stata anticipata l'indennità per le giornate di «congedo obbligatorio» (1 giorno);

  • «D» se è stata anticipata l'indennità per le giornate di «congedo facoltativo» (1 o 2 giorni).

    Inoltre occorrerà indicare:

  • nel campo «giorni» il numero dei giorni per i quali è stata erogata la prestazione;

  • nel campo «retribuzione» l'importo delle indennità anticipate per l'evento.

    Se il congedo è di tipo orario andrà indicato il numero delle ore nel campo «Ore PT GOR». Infine, l'Inps stabilisce che, al pari di come avviene per altre prestazioni simili anticipate dal datore di lavoro, quest'ultimo dovrà sottoscrivere la seguente dichiarazione: «il sottoscritto dichiara che gli importi anticipati esposti nel quadro F, campo retribuzione, sono stati effettivamente anticipati al lavoratore, sono stati determinati in conformità alle vigenti disposizioni di legge e la relativa documentazione è custodita in azienda».

  • vota