Consulenza o Preventivo Gratuito

In arrivo la carta di debito per 50 mila bisognosi

del 28/12/2013
di: Simona D'Alessio
In arrivo la carta di debito per 50 mila bisognosi
Sempre più vicina l'erogazione della carta di debito per le famiglie bisognose: il ministro dell'economia, Fabrizio Saccomanni, ha firmato, infatti, il decreto che consente «alle prime 50 mila persone» di usufruire del Sostegno all'inclusione attiva (Sia). E, entro la prossima primavera, si conta di raggiungerne complessivamente circa 450 mila. L'annuncio è di Enrico Giovannini, titolare del dicastero del welfare che, al termine del via libera da parte del governo al decreto Milleproroghe illustra, durante la conferenza stampa a palazzo Chigi, lo stato dell'arte delle misure predisposte per frenare la povertà nel paese.

L'iniziativa per fornire aiuto concreto ai più indigenti e, nel contempo, per favorire l'inserimento sociale e lavorativo di chi è rimasto ai margini del mercato occupazionale era stata presentata tre mesi fa, precisando che la «regia» dell'operazione sarebbe stata in capo alle amministrazioni comunali, in collaborazione con i centri per l'impiego, le istituzioni scolastiche e le aziende sanitarie locali (si veda ItaliaOggi del 19/09/2013).

Una volta acceso il semaforo verde di via XX settembre, dunque, i grandi comuni (in questa prima fase), pubblicati i bandi per l'accesso al Sia e, progressivamente, analizzate le domande, potranno cominciare a distribuire la «social card» a una platea di 50 mila destinatari; sono stati avviati i contatti con tutte le città del Mezzogiorno, va avanti Giovannini, «cui questa sperimentazione è destinata», in seguito si passerà al coinvolgimento delle aree del Centro-Nord della penisola. L'intero ammontare delle risorse stanziate dall'esecutivo per combattere la povertà è pari a «810 milioni» e, nell'ultimo decennio, prosegue, non si registrano analoghe misure per agire contro questo fenomeno che appare inarrestabile per il perdurare della crisi economica globale.

Obiettivo del governo è arrivare al mese di aprile con il completamento dei bandi e delle erogazioni della carta di debito «per quasi 400-450 mila» persone, su un totale di «4,8 milioni» di individui poveri, in Italia.

vota