Consulenza o Preventivo Gratuito

Contratto per 14 mila donne

del 19/12/2013
di: Simona D'Alessio
Contratto per 14 mila donne
Quasi 14 mila donne hanno «conquistato» un contratto di lavoro con gli incentivi all'assunzione, di cui (in base a quanto stabilito dalla legge 99/2013) hanno beneficiato anche giovani e persone over50. E se queste agevolazioni, avendo dimostrato efficacia, andrebbero sicuramente rafforzate, a gennaio arriverà la proposta di legge delega orientata alla semplificazione del mercato (di cui c'è già traccia nel piano governativo Destinazione Italia), perché «sappiamo che le norme sono complesse, e non facili per chi vuole investire dall'estero», e creare nuova occupazione.

Parola di Enrico Giovannini, ministro del welfare, che dedica un incontro con la stampa nella sede di via Veneto, a Roma, alle misure passate, presenti e future per risollevare l'impiego «rosa» e superare quel «gender gap» (la differenza salariale fra i sessi) che nella penisola, secondo Eurostat, era al 5,8% nel 2011, dato rimasto «abbastanza stabile» anche col perdurare della crisi. Il 2014 che sta per aprirsi, anno europeo per la conciliazione tempi di cura familiare e lavoro, vedrà a gennaio l'istituzione di una commissione per studiare gli interventi idonei a incrementare l'occupazione femminile; nel giro di due mesi si produrranno proposte migliorative, intanto è all'orizzonte il rifinanziamento per 4 milioni del fondo ad hoc gestito dal dipartimento della famiglia della presidenza del consiglio (si veda ItaliaOggi Sette del 16/12/2013).

I «bonus», dunque, hanno centrato alcuni traguardi, poiché delle 6 mila 500 donne assunte grazie alla legge 92/2012 dell'ex titolare del dicastero Elsa Fornero, 2 mila sono a tempo indeterminato, 4 mila 200 abitano nelle regioni meridionali e la metà sono under35.

© Riproduzione riservata

vota