Consulenza o Preventivo Gratuito

Prodotti sanitari in consegna diretta

del 17/12/2013
di: Antonio Ciccia
Prodotti sanitari in consegna diretta
Tutelata la dignità del paziente nella consegna a domicilio di presidi medici (pannoloni, cateteri, prodotti per stomizzati). Il garante della privacy, con il provvedimento n. 520 del 21 novembre 2013 (riportato nella newsletter di ieri) ha imposto alle Asl di preservare la riservatezza del malato. Innanzitutto la consegna del presidio sanitario deve avvenire nel luogo e negli orari stabiliti dal paziente. Il materiale non può mai essere lasciato incustodito nelle vicinanze del luogo indicato. Il presidio deve essere confezionato in un contenitore non trasparente, senza indicazioni esterne e non può essere consegnato al vicino di casa, a un parente o al portiere senza autorizzazione del paziente. Le aziende sanitarie hanno sei mesi di tempo per adeguarsi.

  • Informativa privacy sul Cid, e cioè il modulo da usare in caso di sinistri stradali. È la modalità indicata dal garante (parere n. 441 del 10 ottobre 2013, nella newsletter di ieri) per rendere consapevoli gli automobilisti di come sono trattati i dati in caso di incidente, con particolare riferimento alle «anagrafe testimoni» e «anagrafe danneggiati».

  • vota