Consulenza o Preventivo Gratuito

Imu, salasso nei grandi centri

del 14/12/2013
di: Pagina a cura di Francesco Cerisano
Imu, salasso nei grandi centri
Imu seconde case al top in circa la metà dei comuni capoluogo di provincia. Ben 55 su 116 hanno spinto le aliquote sugli immobili diversi dall'abitazione principale fino al massimo consentito dalla legge (10,60 per mille). Il salasso colpirà oltre 13 milioni di contribuenti, ma anche negli altri comuni il peso del fisco immobiliare non sarà leggero. Come emerge dalla tabella in pagina, elaborata sulla base dei dati Ifel che ha censito le aliquote in vista del pagamento del saldo in scadenza lunedì, solo 12 comuni capoluogo (Andria, Aosta, L'Aquila, Tortolì, Belluno, Bolzano, Gorizia, Iglesias, Lanusei, Olbia, Pordenone e Tempio Pausania) si sono accontentati del 7,6 per mille. Mentre tutti gli altri hanno spinto sulla leva fiscale in misura variabile (dal 7,83 di Trento al 10,50 di Lodi). La leva fiscale sarà invece massima in 20 comuni capoluogo dove i sindaci, oltre a premere sulla seconda casa, hanno anche portato l'aliquota prima casa al 6 per mille. In questi enti (tra cui Milano e Napoli) l'appuntamento del 16 gennaio con la mini-Imu scongiurato dal governo) rischia di rendere ancora più salato il conto per i contribuenti.
vota