Consulenza o Preventivo Gratuito

Tobin tax, avvio semplificato

del 05/12/2013
di: di Valerio Stroppa
Tobin tax, avvio semplificato
Il pagamento cumulativo della Tobin tax effettuato entro lo scorso 16 ottobre dribbla l'indicazione mese per mese. In ottica di semplificazione per gli operatori, il quantum versato per il periodo che va dal 1° marzo (1° settembre per i derivati) al 30 settembre 2013 andrà indicato in maniera unitaria per ciascuna delle tre «varianti» dell'imposta. È quanto precisano le istruzioni al modello Ftt, reso disponibile ieri in bozza dall'Agenzia delle entrate, che dovrà essere utilizzato per dichiarare al fisco gli importi pagati nell'anno in corso a titolo di imposta sulle transazioni finanziarie.

A regime, all'interno della Sezione I del quadro TT le operazioni su partecipazioni, derivati, trading ad alta frequenza e i relativi versamenti andranno segnalate per ciascun mese dell'anno di riferimento. Ma per il debutto dell'adempimento dichiarativo, in scadenza al 31 marzo 2014, c'è un'eccezione. Coloro che in occasione del primo versamento (16 ottobre 2013) hanno effettuato il pagamento unitario di ciascuna imposta dovuta per il mese di settembre e per i mesi precedenti (secondo le istruzioni fornite dalla stessa Agenzia con comunicato del 4 ottobre 2013) dovranno riportare tale primo versamento unicamente nel rigo dedicato al mese di settembre, senza compilare i righi precedenti. La Sezione II del modello riepiloga i dati relativi all'eventuale credito, che potrà essere riportato in avanti per una futura compensazione oppure chiesto a rimborso attraverso lo stesso modello Ftt.

Qualora l'imposta liquidata sia di importo inferiore a 50 euro, non dovrà essere presentata alcuna dichiarazione. Per quanto riguarda i soggetti non residenti, invece, l'adempimento può essere svolto tramite la stabile organizzazione italiana (se presente), oppure attraverso il rappresentante fiscale (se nominato). In assenza di entrambi, l'operatore straniero dovrà agire direttamente, previo ottenimento del codice fiscale: la dichiarazione può essere presentata in via telematica oppure tramite spedizione postale effettuata da oltreconfine con raccomandata. Le dichiarazioni presentate entro 90 giorni dalla scadenza saranno ritenute valide, ma l'Agenzia applicherà una sanzione. In caso di ritardo oltre i 90 giorni, invece, la dichiarazione sarà comunque considerata omessa, fermo restando il suo utilizzo come titolo per la riscossione delle imposte da essa derivanti.

vota