Consulenza o Preventivo Gratuito

Il senato rivuole i tribunali minori

del 05/12/2013
di: di Gabriele Ventura
Il senato rivuole i tribunali minori
Parere favorevole condizionato della Commissione giustizia del senato al ripristino di dieci tribunali minori soppressi dalla riforma della geografia giudiziaria. Nel dettaglio, la seconda Commissione, il 3 dicembre scorso, ha reso il parere sullo schema di decreto legislativo recante «disposizioni integrative, correttive e di coordinamento delle disposizioni di cui ai dlgs 7 settembre 2012, n. 155 e 7 settembre 2012, n. 156, tese ad assicurare la funzionalità degli uffici giudiziari». «La Commissione», ha annunciato il presidente, Nitto Francesco Palma (Forza Italia), «ha espresso parere favorevole condizionato al ripristino dei tribunali di Rossano, Lucera, Vigevano, Nicosia (con accorpamento ad esso del tribunale di Mistretta), Alba, Bassano del Grappa, Pinerolo, Chiavari, Sanremo e Sala Consilina, esprimendosi affinché quest'ultimo sia inserito nel distretto di Corte d'appello di Salerno, con accorpamento di alcuni comuni limitrofi facenti parte attualmente della Sezione distaccata di Eboli». «La Commissione», ha continuano Palma, «ha inoltre condizionato il proprio parere favorevole a che siano istituite sezioni distaccate o appositi uffici giudiziari dei tribunali accorpanti nelle sedi dei tribunali soppressi nonché che siano mantenute le sezioni distaccate di Ischia, Lipari e Portoferraio». Entrando nel dettaglio del parere e di alcune delle situazioni al momento più «calde» in quanto a disservizi causati dalla riforma della geografia giudiziaria (documentate nell'inchiesta di ItaliaOggi Sette del 2 dicembre scorso), il salvataggio di Bassano del Grappa è dovuto al fatto che «accorpa la sezione distaccata di Cittadella per una popolazione di 372.224 abitanti, riducendo nel contempo la popolazione del circondario di Padova che ammonta ad oltre 900 mila abitanti». Quello di Pinerolo, invece, «accorpa le parti di territorio più prossime alle sezioni distaccate di Moncalieri e Susa, per una popolazione di almeno 300 mila abitanti, anche al fine di consentire di decongestionare il tribunale metropolitano di Torino». Quanto a Chiavari, invece, «si tratta una sede con un nuovo tribunale costato 14 milioni di euro, affiancato all'istituto carcerario, con conseguente annullamento dei costi per le traduzioni dei detenuti».

Riproduzione riservata

vota