Consulenza o Preventivo Gratuito

Riclassamento soltanto con atto Comune-Entrate

del 04/12/2013
di: Dario Ferrara
Riclassamento soltanto con atto Comune-Entrate
Stop al riclassamento dell'immobile senza motivazione del provvedimento da parte del Comune e dunque anche delle Entrate. In particolare, quando si procede in base alle norme della Finanziaria 2005 alla revisione dei parametri catastali della microzona in cui l'edificio è situato, l'amministrazione deve dar conto di quanto il valore di mercato del bene si discosti da quello catastale nella porzione di territorio in cui il fabbricato risulta localizzato rispetto alla media delle altre zone cittadine. E l'ufficio deve specificare i rapporti percentuali e il gap individuato, altrimenti il provvedimento va annullato. Di più: è il sistema complessivo delle microzone a non poter funzionare se esse non rappresentano frammenti omogenei del territorio comunale, con la conseguenza che i provvedimenti ad hoc dell'ente devono essere annullati. È quanto emerge dalla sentenza 1621/13, pubblicata dal Tar Puglia, sede di Lecce, prima sezione.

Accolto il ricorso di alcune associazioni di consumatori. I giudici amministrativi sia allineano alla sentenza 6929/12 della Cassazione secondo cui quando l'Agenzia del territorio procede all'attribuzione d'ufficio di un nuovo classamento all'unità immobiliare a destinazione ordinaria deve specificare la causale della modifica. L'iter di revisione della rendita catastale previsto dalla legge 311/04 vuole che il risultato del rapporto tra il valore medio di mercato e il valore medio catastale riferito alla microzona comunale vada confrontato con quello computato rispetto all'insieme delle microzone del territorio amministrato. E la richiesta di revisione del classamento delle unità immobiliari della microzona è ammessa solamente se il primo rapporto si discosta in misura significativa dal secondo. Il punto è servono dati omogenei per applicare la normativa in modo corretto. Ma per farlo risulta necessario attribuire a ciascuna microzona della città un peso specifico, vale a dire la rappresentazione corretta della situazione di fatto che giustifica o meno la revisione catastale. Devono dunque essere annullati gli atti del Comune che individuano le varie porzioni di territorio della città se non tengono conto che il peso del centro storico è di gran lunga superiore a quello delle aree periferiche.

vota