Consulenza o Preventivo Gratuito

Database sui beni immobili

del 30/11/2013
di: di Benedetta Pacelli
Database sui beni immobili
Immobili valutati e certificati, dai professionisti, a portata di mouse. A questo punta il Protocollo d'intesa siglato, ieri, a Roma tra l'Abi, l'Associazione bancaria italiana e i Consigli nazionali di agronomi, agrotecnici, architetti, geologi, geometri, ingegneri e periti industriali, alla creazione di una piattaforma informativa per la raccolta, l'archiviazione e lo scambio di tutti i dati sulle caratteristiche degli immobili. Si tratta, in sostanza, di una sorta di grande database del patrimonio immobiliare gestito dall'Abi con la collaborazione delle professioni tecniche che potrà essere di supporto anche alla riforma degli estimi cui l'Agenzia del territorio sta puntando con il riordino dell'intero sistema catastale. Ma la piattaforma online è solo l'ultimo dei tasselli che da anni sta componendo il puzzle delle valutazioni immobiliari soggette, ormai, a precisi standard internazionali, secondo la direttiva europea sul credito ipotecario (Carrp) recepita con Circolare della Banca d'Italia (n. 263/2006). Il protocollo di ieri, poi, fa seguito all'elaborazione di specifiche linee guida per il comparto siglate oltre due anni fa sempre tra Abi e ordini tecnici cui si attengono i professionisti, che per le banche fanno circa un milione di perizie ogni anno. Gli effetti e gli obiettivi sono garanzie serie per le banche e trasparenza per il mercato immobiliare, finalmente basato su dati certi. L'esigenza di introdurre una serie di criteri di omogeneità in questa materia infatti è avvertita da tempo a vari livelli, sia con riferimento specifico agli indicatori di superficie, alle metodologie di valutazione adottati per gli immobili sia per il livello di professionalità dei periti incaricati della valutazione. Del resto, come hanno sottolineato i presidenti delle professioni tecniche presenti, «senza la definizione degli standard non si potrebbe più andare avanti; invece, grazie a procedimenti scientifici riconosciuti in tutto il mondo è possibile fornire un dato scientifico. Senza dimenticare che questo comparto può essere anche un segmento professionale importante per rimettere in moto il mercato del lavoro».
vota