Consulenza o Preventivo Gratuito

Contenziosi in crescita, giacenza in diminuzione

del 30/11/2013
di: Beatrice Migliorini
Contenziosi in crescita, giacenza in diminuzione
Cresce ancora il numero dei ricorsi presso le Commissioni tributarie provinciali. Dal rapporto trimestrale sullo stato del contenzioso tributario reso noto, ieri, dal Dipartimento delle finanze è emerso che nel terzo trimestre 2013, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, l'incremento è stato del 28,3% (+7.205 ricorsi). Aumenta, però, anche la velocità con cui le Ctp riescono a smaltire le giacenze. Tra luglio e settembre, infatti, sono stati 41.599 i ricorsi definiti dalle Commissioni, a fronte di 32.623 istanze presentate, il 75,2% delle quali di valore inferiore a 20 mila euro. Più moderata, invece, la crescita dei ricorsi di valore superiore a 20 mila euro che, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, ha subito un incremento del 2,5%. Diverso, invece, l'andamento del contenzioso presso le Commissioni tributarie regionali dove il numero degli appelli presentati è diminuito costantemente a partire dal 2011 (-24,9% rispetto al 2011 e -8,4% rispetto al 2012). A fare da padrone come tributo maggiormente presente negli atti contestati nel trimestre di riferimento, l'Irpef che è presente nel 22,8% degli atti impugnati, seguito da Iva con il 13,4% dei casi e Tarsu e Tia con 11,1%. Dal punto di vista della natura del contribuente i ricorsi sono presentati prevalentemente da persone fisiche (73%) e società di capitali (18,6%). È, infine, terminata la definizione di tutte le cause soggette a definizione agevolata delle liti pendenti al 31 dicembre 2011.

vota