Consulenza o Preventivo Gratuito

Tributaristi Norma Uni in dirittura

del 26/11/2013
di: di Ignazio Marino
Tributaristi Norma Uni in dirittura
Il tributarista ha ufficialmente il suo profilo professionale. A definirlo è stato l'Ente nazionale di unificazione il cui presidente, Pietro Torretta, proprio ieri ha firmato la norma di riferimento che lunedì sarà pubblicata sul catalogo Uni. Solo qualche settimana fa (si veda ItaliaOggi del 19/10/2013) era stata la Lapet, quale associazione che si è attivata per la normazione, a dare notizia della conclusione positiva dell'istruttoria. Ieri l'ulteriore passo in avanti. «La normazione», spiega Roberto Falcone, «ha lo scopo di definire la figura del tributarista quale professionista operante all'interno del comparto delle attività economiche, giuridico-fiscali e aziendali, ovvero i requisiti fondamentali, l'insieme di conoscenze, abilità e competenze che lo contraddistinguono. Principio condiviso anche dal legislatore il quale, all'art. 9 della legge n. 4/2013 prevede la certificazione di conformità a norme tecniche Uni». «Il vantaggio per il professionista», aggiunge il segretario nazionale Lapet, Giovanna Restucci, «è duplice: essere sul mercato con un certificato che ne attesti le competenze, contribuisce a dare certezza della qualità della prestazione professionale da un canto, dall'altro concorre a renderlo sicuramente più competitivo. In un regime di libera concorrenza infatti l'utente sceglierà certamente il professionista dalla riconosciuta affidabilità che gli deriva dalla certificazione delle sue competenze». almente più vicino.

Ma non si tratterebbe solo di rappresentanze soppresse, ma anche di ordini che, nella ridefinizione delle circoscrizioni territoriali, andrebbero a perdere numeri di professionisti, visto che per essere iscritti è necessario avere la residenza o il domicilio professionale in uno dei comuni che ricade nel circondario. Una situazione dalle immediate e pesanti ricadute non solo sul corpo elettorale votante (qualora si andasse all'elezioni in primavera) con conteggi nuovi di maggioranze e di voti, ma anche sul valore dei procedimenti disciplinari e poi sulla determinazione della quote da versare.

© Riproduzione riservata

vota