Consulenza o Preventivo Gratuito

Imu, allarme dei commercialisti

del 26/11/2013
di: La Redazione
Imu, allarme dei commercialisti
«Proroghe e rinvii, come sta avvenendo per l'Imu, non fanno altro che alimentare l'incertezza. Il rischio è che a pagare siano i contribuenti: la collettività ha bisogno di chiarezza e di punti fermi, al governo chiediamo di andare in un'unica direzione». A lanciare l'allarme è stato Vincenzo Moretta, presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, aprendo il forum «La revisione negli enti locali». Nel corso dei lavori Giancarlo Verde, direttore centrale della finanza locale del ministero dell'interno ha sottolineato che «i commercialisti hanno un ruolo fondamentale per il nostro paese».

Da parte sua il vicepresidente Odcec Napoli Maurizio Corciulo ha rilevato come sia «importante rilevare come anche le società partecipate, secondo la giurisprudenza, siano soggette a fallimento. Questo vuol dire che c'è una doppia responsabilità: erariale, nei confronti della Corte dei conti, e civile, nei confronti del giudice ordinario». «Le tante incertezze in materia fiscale penalizzano gli enti locali, che non riescono a chiudere i bilanci di previsione», ha evidenziato Giovanni Granata, consigliere Odcec Napoli. «I commercialisti possono dare il loro contributo, ma è il parlamento che deve decidere che cosa vuole con precisione dagli enti e portare avanti scelte coraggiose in materia di spending review». Ha concluso Paolo Tarantino, presidente della Commissione enti locali Odcec Napoli, ribadendo l'importanza della formazione: «L'Ordine di Napoli ha erogato 800 crediti totali, dando la possibilità a tutti gli associati di maturare i crediti necessari per il registro dei revisori».

vota