Consulenza o Preventivo Gratuito

Il garante ammonisce la camera

del 26/11/2013
di: La Redazione
Il garante ammonisce la camera
Tra il principio di pubblicità dei lavori parlamentari e il diritto all'oblio deve sussistere un maggior equilibrio. Questo il monito che, ieri, il garante privacy ha lanciato alla presidente della camera, Laura Boldrini, a seguito dell'ennesimo ricorso da parte di un cittadino i cui dati personali non erano stati protetti in alcun modo. A questi ultimi, infatti, era possibile avere accesso tramite qualsiasi motore di ricerca. Nella lettera, il presidente del garante, Antonello Soro, pur prendendo atto del fatto che l'ufficio di presidenza di Montecitorio sta provvedendo a specifiche misure in materia, ha sottolineato che «tale esigenza è già stata riconosciuta dal tribunale di Roma che ha emesso due sentenze, in unico grado, con le quali ha accolto le richieste degli interessati volte a ottenere la sottrazione all'indicizzazione, da parte di motori di ricerca, di dati personali non contestualizzati, idonei a ledere il diritto all'immagine. È, quindi, necessario», ha concluso Soro, «che sia la camera che il senato provvedano a istituire una disciplina interna idonea a garantire i diritti dei cittadini».
vota