Consulenza o Preventivo Gratuito

Al taglia-tasse 667 mln, accise e bolli rincarano

del 23/11/2013
di: Beatrice Migliorini
Al taglia-tasse 667 mln, accise e bolli rincarano
Oltre 600 milioni per tagliare le tasse, aumento delle accise alle viste, così come per il bollo sui depositi esteri, election day e una manciata di finanziamenti ai policlinici privati, Equitalia ed enti locali a braccetto fino a tutto il 2014, spending review per Bankitalia, Antitrust e authority varie. Sono solo alcune delle misure contenute in un pacchetto di emendamenti al ddl Stabilità presentato ieri sera dal governo nelle commissioni bilancio-finanze al Senato, che puntano a chiudere entro domani i lavori per passare il testo all'aula. Per altre misure, invece, si preannuncia qualche dietrofront.

Depositi all'estero - Sale dall'1,5 per mille al 2 per mille la patrimoniale sui risparmi depositati all'estero.

Stadi - Marcia indietro del governo sulla questione stadi (si veda ItaliaOggi del 21 novembre 2013). Nel corso dei lavori nelle commissioni l'esecutivo, tramite il sottosegretario alla presidenza del consiglio Giovanni Legnini (Pd), ha fatto sapere che «dopo le polemiche sulla possibilità che si aprisse la strada a speculazioni immobiliari il governo ha deciso di ritirare l'emendamento presentato lasciando, però, aperta la possibilità di una sua riformulazione da parte dei relatori».

Riduzione dell'imposizione fiscale - Il fondo per gli interventi strutturali di politica economica, che è destinato anche ad interventi per la riduzione fiscale, è incrementato di 312,3 mln di euro per il 2014, di 290 mln per il 2015 e di 65 mln dal 2016.

Cartelle esattoriali e spiagge - Di nuovo in ballo la questione rottamazione cartelle esattoriali che potrebbe riuscire a trovare spazio all'interno del ddl Stabilità e non più nella delega fiscale. Quest'ultima, però, potrebbe dare asilo al problema del demanio marittimo se il nodo non riuscisse ad essere sciolto nemmeno alla Camera.

Fondi - Aumentato di 25 mln di euro il fondo per le non autosufficienze che riguarda anche i malati di Sla. In totale vengono, quindi, destinati 275 mln di euro. A favore dei policlinici universitari gestiti direttamente da università non statali arriveranno 50 mln di euro per il 2014 e 35 mln annui per ciascun anno dal 2015 al 2024. Per l'ospedale Bambino Gesù stanziati 30 mln di euro nel 2014. Stanziati 110 mln di euro nel 2014 per i lavoratori socialmente utili calabresi, napoletani e palermitani. Ridotto da 107 a 27 mln il fondo per le esigenze indifferibili, cioè destinato a una serie di finalità (misure antitratta, Comitato italiano paralimpico, Unione italiana ciechi, policlinici universitari e strutture ospedaliere, Fiera di Verona, vittime del terrorismo).

Accise - Dal 2017 alla fine del 2018 prevista la possibilità di aumentare l'aliquota delle accise sulla benzina sul gasolio usato come carburante. L'obiettivo è quello di avere un gettito di 220 mln di euro per il 2017 e di 199 mln per 2018.

Altre misure - Tra emendamenti da parte del governo e modifiche proposte dai relatori, Antonio D'Ali (Ncd) e Giorgio Santini (Pd), si profilano ulteriori interventi aventi ad oggetto la proroga della riscossione a Equitalia, nuovi finanziamenti per Lampedusa e per le fondazioni liriche, oltre a 326 mln di euro per l'autotrasporto e una norma fiscale sui leasing. Fumata nera, invece, sulle questione casa. Il nodo, però, dovrà essere sciolto entro domani al fine di rispettare il programma in base al quale, come detto, le votazioni in aula al Senato dovrebbero iniziare il pomeriggio di lunedì 25.

@ Riproduzione riservata

vota