Consulenza o Preventivo Gratuito

Ambulanti, ora basta solo la Scia

del 22/11/2013
di: di Cinzia De Stefanis
Ambulanti, ora basta solo la Scia
Basterà la Scia per avviare attività di commercio su aree pubbliche. E non servirà più il regime autorizzatorio previsto dall'articolo 28, commi 1 e 4, del dlgs 31 marzo 2008 n. 114. Ciò in quanto le numerose norme di semplificazione e liberalizzazione evidenziano come le modalità di programmazione e gli istituti applicabili per l'inizio dell'attività non possano essere più fondati su meccanismi restrittivi. È quanto si legge nella risoluzione del ministero dello sviluppo economico del 15 ottobre 2013 n. 168254. Con quale il ministero ha risposto a un quesito in merito alla possibilità di superare il regime autorizzatorio per il commercio su aree pubbliche. I tecnici di prassi ricordano che essendo venuti meno nel frattempo i relativi meccanismi programmatori per il commercio su aree pubbliche l'autorizzazione è solo un residuo della disciplina previgente e costituisce un inutile adempimento burocratico, privo di alcuna discrezionalità amministrativa. Quest'ultima, ricordano i tecnici, è esercitata dagli enti locali in sede di programmazione che per quanto riguarda il commercio su aree pubbliche in sede fissa significa individuare aree destinate alle attività di mercato o fiere e nell'organizzare le stesse in posteggi da assegnare agli operatori. Per quanto riguarda l'attività del commercio su area pubblica in forma itinerante significa individuare le aree del territorio comunale che possono essere escluse per l'intera giornata o per determinati orari dall'ambito del libero svolgimento di tali attività. Alla luce di tutto ciò i tecnici concludono sostenendo l'applicabilità della Scia anche ai subingressi nella titolarità e nella gestione delle attività di commercio su aree pubbliche. Del resto, già il dlgs 31 marzo 2008 n. 114 aveva eliminato l'autorizzazione nel caso di subingresso nell'esercizio delle attività di commercio su aree pubbliche.
vota