Consulenza o Preventivo Gratuito

Tagli ai costi della politica, indenni Trento e Bolzano

del 14/11/2013
di: La Redazione
Tagli ai costi della politica, indenni Trento e Bolzano
I tagli ai costi della politica si fermano ai confini del Trentino-Alto Adige. Il principio (previsto dal decreto Salva Italia), secondo cui le cariche negli enti territoriali non previsti in Costituzione sono in linea di principio onorifiche e gratuite, non si applica alle regioni a statuto speciale e alle province autonome. Per questo è illegittima la norma del dl 83/2012, attuativa del Salva Italia, che obbliga le comunità di valle ad attribuire incarichi a titolo esclusivamente onorifico, «senza la corresponsione di alcuna forma di remunerazione, indennità o gettone di presenza». Le regioni e le province autonome, infatti, concordano con lo stato le modalità del loro concorso agli obiettivi di finanza pubblica e non possono subire norme così dettagliate che non lasciano «margini di apprezzamento al legislatore locale in sede di attuazione». Lo ha deciso la Consulta nella sentenza n. 263/2013 che ha giudicato illegittimo l'art. 69, comma 3-bis, del dl 83. E sempre in una sentenza depositata ieri (la n. 265) la Corte ha bocciato alcune norme della legge siciliana sul trattamento economico dei dipendenti (art. 30, commi 1 e 2, della legge 15 giugno 1988, n. 11) che riconosceva il diritto di percepire in via cumulativa interessi legali e rivalutazione monetaria nel caso di tardiva corresponsione del debito di lavoro. Per la Corte le norme «hanno travalicato il limite del diritto privato fondato sull'esigenza di garantire l'uniformità nel territorio nazionale delle regole che disciplinano i rapporti privatistici».
vota