Consulenza o Preventivo Gratuito

Svalutazione immobili, deducibilità ko

del 14/11/2013
di: Valerio Stroppa
Svalutazione immobili, deducibilità ko
La svalutazione contabile delle rimanenze iscritte al costo di acquisto non rileva ai fini Ires. Pertanto in dichiarazione dei redditi la componente negativa indicata in conto economico va recuperata a tassazione. Questa la risposta fornita dall'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 78/E del 12 novembre 2013.

Il quesito era stato posto da una società che aveva acquisito un immobile abitativo a un'asta giudiziaria, con l'intenzione di rivenderlo. Nell'esercizio 2011, anno del trasferimento, l'impresa aveva iscritto il bene-merce tra le rimanenze al costo specifico (prezzo di acquisto più oneri accessori). Una successiva perizia aveva però evidenziato alcune difformità del fabbricato rispetto alla licenza edilizia a suo tempo rilasciata dal comune. Ciò comportava un valore di mercato di gran lunga inferiore a quanto ipotizzato in fase di acquisto.

I tentativi giudiziali avviati dall'impresa per annullare l'aggiudicazione sono falliti. La società ha così svalutato l'immobile nel bilancio chiuso al 31 marzo 2013. L'azienda ha poi interpellato l'amministrazione finanziaria riguardo alla possibilità di recuperare fiscalmente la svalutazione transitata in conto economico.

Negativa la risposta delle Entrate. La norma tributaria è, infatti, strettamente connessa alla disciplina civilistica, che all'articolo 2426 c.c. individua i criteri da adottare in bilancio. In tale ottica, l'esclusivo riferimento della disposizione fiscale ai beni valutati con criteri forfetari di tipo convenzionale (costo medio ponderato, Lifo, Fifo e relative varianti) manifesta l'intenzione del legislatore di escludere tutti gli altri. Il mancato richiamo da parte dell'articolo 92 del Tuir ai beni valutati a costi specifici porta quindi l'Agenzia ha ritenere che questi non assumano riconoscimento fiscale. Soluzione in linea, peraltro, con quanto stabilito dal decreto Mef 8 giugno 2011 per i soggetti Ias-adopter (per i quali plus e minusvalori degli immobili incidono sull'imponibile solo in sede di realizzo). Pertanto nel modello Unico-Sc la società istante dovrà effettuare una variazione in aumento di importo pari alla svalutazione contabile effettuata.

© Riproduzione riservata

vota