Consulenza o Preventivo Gratuito

Sicurezza in cantina, così si fa prevenzione

del 12/11/2013
di: La Redazione
Sicurezza in cantina, così si fa prevenzione
La prevenzione dei rischi nelle cantine vitivinicole è il nuovo convegno a firma CnaiForm che si svolgerà a Pescara il 29 novembre prossimo nel Museo delle Genti D'Abruzzo. L'intento è di sensibilizzare quanti operano nel campo della salute e sicurezza e gli stessi lavoratori, sui principali aspetti e problematiche legate all'utilizzo delle macchine e alla presenza di agenti biologici in precisi ambienti confinati. I relatori esamineranno l'organizzazione del lavoro nelle cantine, le precauzioni da attivare per prevenire gli infortuni e i fattori che possono favorire lo sviluppo e la diffusione di agenti biologici, in particolare la fase lavorativa, le materie utilizzate il contatto con i fluidi, il microclima, l'ambiente di lavoro e coloro che lo occupano. La scelta di un luogo di lavoro come la cantina riteniamo riesca ad accomunare la cultura del nostro paese in maniera trasversale, la cultura del vino ha la forza di unire l'Italia da nord a sud. Raccogliere le uva, trasformarle in vino è uno dei mestieri più antichi che fa parte della nostra storia, un lavoro che subisce l'evoluzione dei nostri costumi della nostra società e che ci permettere di comprendere il radicamento della cantina in un territorio e in una tradizione produttiva.

Detto con le parole del presidente del Cnai, Orazio Di Renzo: «Ogni vino racconta una storia fatta di luoghi e di uomini, di radici e di culture, di sacrifici e di soddisfazioni. Il vino racchiude in sé le tradizioni del posto in cui nasce, rappresenta una lingua tra i popoli. La cultura vitivinicola cambia nel tempo così come si evolvono i modelli vita, economici e sociali dei paesi ed ecco che al centro della storia del vino c'è sempre l'uomo. La vite è da sempre considerata una pianta sacra proprio come la vita di un individuo. È lo stesso lavoro, la stessa dedizione spesa per fare buone cose, che ci porta a riflettere sull'importanza della salute e della sicurezza delle persone che si dedicano a creare quel vino che oggi rappresenta una bandiera di eccellenza del made in Italy nel mondo».

vota