Consulenza o Preventivo Gratuito

Medicine, vendite online stop

del 12/11/2013
di: di Dario Ferrara
Medicine, vendite online stop
No alla vendita di medicine online, almeno per quelle che richiedono la prescrizione medica. È quanto emerge dall'ordinanza 4216/13, pubblicata dalla prima sezione del Tar Lazio.

Non trova ingresso il ricorso cautelare di una società estera che pubblicizza farmaci etici da comprare in Rete che l'acquirente si vede recapitare a casa tramite un corriere direttamente dal magazzino britannico dell'impresa. È infatti fondata la sospensione cautelativa decisa con provvedimento dell'autorità garante della concorrenza e del mercato secondo cui la condotta della società estera costituisce in Italia una pratica scorretta laddove la presentazione dell'attività che emerge dai siti web può indurre i consumatori a ritenere legittimo l'acquisto online di farmaci in violazione dell'articolo 23, primo comma, lett. i) del codice del consumo (dlgs 206/05). Non giova all'azienda straniera eccepire l'incompetenza dell'Agcm perché non sa indicare la disposizione su cui si fonderebbe l'ipotetico potere repressivo del ministero della salute, alternativo e prevalente su quello esercitato dall'Antitrust: risulta comunque escluso che l'attività censurata consista in una mera pubblicità abusiva.

«La condotta», scrive nel suo provvedimento di qualche settimana fa l'autorità garante della concorrenza e del mercato, «appare ancora più grave in quanto la procedura di prescrizione non appare conforme agli standard richiesti in Italia e i farmaci inviati ai consumatori italiani riportano un foglietto illustrativo in lingua inglese. Il consumatore dunque è esposto al rischio di non conoscere, con la precisione tipica e la dovizia di particolari, tutte le informazioni essenziali sui possibili effetti indesiderati, sull'eccessivo dosaggio e/o più semplicemente su interazioni con altri farmaci e/o comportamenti da evitare durante l'assunzione del farmaco etico». Compensate le spese della fase cautelare.

© Riproduzione riservata

vota