Consulenza o Preventivo Gratuito

Fatturazione elettronica in dirittura

del 09/11/2013
di: di Roberto Rosati
Fatturazione elettronica in dirittura
In rampa di lancio la fatturazione elettronica delle forniture alle amministrazioni pubbliche. Dal 6 dicembre 2013 l'Agenzia delle entrate metterà a disposizione dei soggetti che decideranno di adottare volontariamente la fattura digitale, anticipando l'obbligo, il cosiddetto «sistema di interscambio» per la trasmissione dei documenti. Dal 6 giugno 2014, la procedura diventerà obbligatoria per i ministeri, le agenzie fiscali e gli enti di previdenza e assistenza individuati nell'elenco dell'Istat. L'anno successivo toccherà alle altre amministrazioni, eccettuate quelle locali per le quali occorre un provvedimento specifico. In vista di questi appuntamenti, i ministeri dovranno avviare il censimento dei vari uffici pubblici abilitati a ricevere fatture, ai quali dovrà essere attribuito un codice identificativo univoco da utilizzare per l'indirizzamento delle fatture elettroniche. Questa una delle raccomandazioni che la ragioneria generale dello stato ha rivolto alle amministrazioni centrali con la circolare n. 37 del 4 novembre 2013. La circolare dà le prime istruzioni per l'applicazione delle disposizioni in materia di emissione, trasmissione e ricezione della fattura elettronica per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti delle amministrazioni pubbliche, contenute nel regolamento n. 55/2013, attuativo della legge n. 244/2007. In particolare, il documento della ragioneria illustra i vari passaggi che le amministrazioni coinvolte nel processo dovranno porre in essere, per quanto concerne il trattamento delle fatture ricevute in formato elettronico, annunciando a tal fine l'implementazione delle procedure informatiche di supporto con l'inserimento di nuove funzioni che saranno rese disponibili dal 6 febbraio 2014. In questa fase, comunque, il primo step è l'individuazione degli uffici delle amministrazioni centrali incaricati del ricevimento delle fatture fornitori e il loro inserimento nell'Ipa (Indice pubbliche amministrazioni), al fine dell'attribuzione del codice identificativo univoco previsto dal regolamento n. 55/2013.
vota