Consulenza o Preventivo Gratuito

Beni riciclati, aiuti alla compravendita

del 09/11/2013
di: La Redazione
Beni riciclati, aiuti alla compravendita
Il Collegato ambientale, ieri all'esame del Cdm, prevede anche la possibilità che vengano stipulati dal ministro dell'ambiente nuovi accordi e contratti di programma per sostenere il consumo di prodotti derivanti dalle attività di recupero della raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Tali accordi verranno siglati con imprese che commercializzano prodotti derivanti da materiali post consumo, enti pubblici e soggetti privati, associazioni di categoria, soggetti incaricati di vegliare sul rispetto del principio di responsabilità estesa del produttore. Di più, si prevedono nuovi appositi incentivi per le imprese che vendono tali prodotti con componenti riciclate e agevolazioni ad hoc per le aziende e gli enti pubblici che li comprano. I beni oggetto di agevolazione sono quelli derivati da carta riciclata, plastiche miste riciclate - automotive, oggettistica per la casa, pannelli fonoassorbenti, arredamenti per esterni, profilati particolari per prefabbricati, vetro «fine» non avviabile alle vetrerie, e compost di qualità. Due i canali di agevolazione. Per la vendita e l'acquisto di prodotti contenenti materiali di recupero di plastiche miste verranno erogati contributi all'acquisto, rispondenti al regime «de minimis». Le misure del riciclo minimo di plastiche miste e dello sconto sul prezzo di acquisto di questi beni sono fissate nella tabella in alto, allegata al provvedimento. Per la commercializzazione e l'acquisto di altri prodotti oggetto di recupero, invece, la misura degli aiuti e i criteri per incassarli saranno oggetto di un futuro decreto del ministro dello sviluppo economico.

© Riproduzione riservata

vota