Consulenza o Preventivo Gratuito

No denuncia per chi beve all'aperto

del 06/11/2013
di: di Stefano Manzelli
No denuncia per chi beve all'aperto
Chi beve all'aperto una birra in una bottiglia di vetro nonostante l'ordinanza sindacale può incorrere in una sanzione amministrativa ma non certo in una denuncia. Lo ha chiarito la Corte di cassazione, sez. fer. pen., con la sentenza n. 44238 del 30 ottobre 2013. Un cittadino è stato pizzicato dai vigili di Arezzo con in mano una bottiglia di birra lungo a spasso per le strade cittadine e per questo denunciato in conformità all'ordinanza sindacale che dispone il divieto di consumo di bevande in contenitori di vetro nelle pubbliche vie. Contro la conseguente condanna ai sensi dell'art. 650 cp l'interessato ha proposto con successo ricorso in cassazione evidenziando l'illegittimità dell'ordinanza sindacale. A parere degli ermellini effettivamente l'ordinanza di Arezzo è un comune provvedimento di polizia amministrativa parificato a un regolamento locale e alla sua violazione non può accedere condanna penale.
vota