Consulenza o Preventivo Gratuito

Confisca obbligatoria anche se si patteggia

del 05/11/2013
di: La Redazione
Confisca obbligatoria anche se si patteggia
La confisca sui beni dell'evasore fiscale è una misura obbligatoria anche in caso di patteggiamento e dev'essere pari all'ammontare dell'imposta non pagata. E non è affatto necessario il sequestro preventivo. A questa conclusione è giunta la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 44445 del 4 novembre 2013, ha accolto il ricorso della Procura di Ancona. Il giudice del patteggiamento ha quindi poco spazio d'azione. La misura ablativa dev'essere sempre disposta a garanzia del debito fiscale e per l'intero ammontare dell'Iva evasa. La terza sezione penale ha motivato sottolineando che la confisca per equivalente, operante oltre che in caso di condanna, anche, in virtù del testuale contenuto della norma, in ipotesi di sentenza di applicazione della pena ex art. 444 cpp, va poi applicata, tanto più in quanto obbligatoria, pur laddove la stessa non abbia costituito oggetto dell'accordo delle parti. Conclusione ulteriormente discendente dal fatto che la sentenza di patteggiamento è vincolata relativamente al solo profilo del trattamento sanzionatorio e non anche a quello relativo alla confisca, per il quale la discrezionalità del giudice si riespande come in una normale sentenza di condanna, sì che, ove accordo tra le parti su tale punto vi sia comunque stato, il giudice non è obbligato a recepirlo o a recepirlo per intero. Né è necessario, per l'assenza di norme in senso contrario, che la confisca per equivalente sia preceduta dal sequestro preventivo dei beni oggetto della stessa.
vota