Consulenza o Preventivo Gratuito

Servizi pubblici, mercato su del 9,3%

del 02/11/2013
di: di Marco Solaia
Servizi pubblici, mercato su del 9,3%
Estate positiva per il mercato pubblico dei soli servizi, anche se i primi nove mesi del 2013 si chiudono con un calo dell'11%. È questo il trend che emerge dalla lettura dei dati dell'Osservatorio Oice - Informatel sulle gare per servizi di ingegneria e architettura che vede il trimestre di luglio, agosto e settembre, segnare un +9,3% in valore rispetto allo stesso trimestre del 2012.

Caute reazioni positive per il presidente Oice, Patrizia Lotti: «I dati di settembre sembrano confermare la timida inversione di tendenza iniziata a giugno nel mercato pubblico dei servizi di ingegneria ad opera delle amministrazioni centrali dello stato, dalle regioni e dei comuni, che devono rispondere alle urgenze del territorio, per troppi anni frenata dal cieco rigore nei conti. Occorre assecondare questa spinta riprendendo gli investimenti in infrastrutture», ha continuato la Lotti, «è la richiesta che viene da tutto il paese, di cui cerca di tenere conto anche la legge di stabilità, anche se», ha evidenziato il presidente, «rimane ancora da risolvere il problema derivante dall'applicazione del contributo del 4% sul fatturato estero che penalizza immotivatamente le nostre società che operano oltre confine. È ora, quindi, che il governo dia un segnale forte su questo punto per evitare che le nostre società siano costrette a difendersi da una vessazione contributiva illogica e controproducente».

Dati alla mano, rispetto al mese di settembre del 2012, il numero delle gare sale del 31,4% (nessuna variazione sopra soglia e +33,7% sotto soglia) e il loro valore cresce del 30,4% (+52,4% sopra soglia e +2,4% sotto soglia).

Ancora negativo il confronto tra il 2013 e il 2012: nei mesi da gennaio a settembre 2013 sono state bandite 2.872 gare per un importo complessivo di 308,9 milioni di euro che, rispetto agli stessi mesi del 2012, crescono del 7,3% nel numero (+15,7% sopra soglia e +6,5% sotto soglia) e calano dell'11,0% nel valore (-14,7% sopra soglia e -2,3% sotto soglia). Sempre troppo alti i ribassi con cui le gare vengono aggiudicate: nel 2011 è al 39,0%, nel 2012 la media è al 34,5%.

© Riproduzione riservata

vota