Consulenza o Preventivo Gratuito

Carceri, 23 mila i detenuti per spaccio

del 18/10/2013
di: Beatrice Migliorini
Carceri, 23 mila i detenuti per spaccio
Il reato per il quale è ristretto il maggior numero di detenuti è quello di produzione e spaccio di stupefacenti. Per tali fattispecie sono ristrette ben 23.094 persone, di queste 14.378 sono condannate definitivamente mentre 8.657 sono in custodia cautelare e 59 internate. Il secondo reato è, invece, la rapina per cui sono recluse 9.473 persone a cui fa seguito, poi, l'omicidio volontario con 9.077 detenuti. Questi i dati resi noti ieri dal Ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri, durante le audizioni che si sono svolte in Commissione finanze alla Camera. Giù dal podio invece il reato di estorsione con 4.238 detenuti, il furto con 3.853 detenuti, violenza sessuale con 2.755 detenuti e ricettazione con 2.732 detenuti. Ammontano, invece, a 1.424 i detenuti per associazione di stampo mafioso. A questo proposito il Ministro ha fatto presente come «si tratti, in realtà di un reato spesso associato a fattispecie più gravi come l'estorsione o l'omicidio». Circa 500 detenuti sono, poi, in carcere per sequestro di persona, associazione per delinquere, violenza privata, resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti in famiglia, atti sessuali con minorenni.

vota