Consulenza o Preventivo Gratuito

Agevolate le assunzioni di lavoratori senza esperienza

del 15/10/2013
di: La Redazione
Agevolate le assunzioni di lavoratori senza esperienza
In data 24 luglio 2013 la Confsal, la Fna Confsal e la Federazione Snalv Confsal, unitamente alla Confederazione datoriale Cifa (Confederazione italiana delle federazioni autonome) e FedArCom, hanno firmato il rinnovo del contratto collettivo nazionale per i settori commercio, servizi, terziario e distribuzione.

Il nuovo contratto, il cui rinnovo prevede anche l'allargamento di applicazione alle aziende del settore Turismo e pubblici esercizi, è valido per il triennio 2013-2016 e potrà applicarsi alle aziende aderenti ai sottoscrittori del ccnl e che rientrano nelle categorie elencate agli articoli 33 e 35 del Ccnl sottoscritto.

Il contratto sottoscritto presenta importanti e significative novità, che tengono conto dell'evoluzione delle dinamiche reali di contrattazione del lavoro, e di incentivazione di nuova occupazione nei settori strategici dell'economia nazionale.

Il ccnl prevede, infatti, un sistema di agevolazioni per le imprese che assumono lavoratori senza esperienza, nell'ambito della disciplina della «retribuzione di primo ingresso».

Sotto il profilo della retribuzione dei dipendenti, si riconoscono particolari agevolazioni alle aziende che operano in aree territoriali svantaggiate quali i comuni rurali e le comunità montane. Particolare attenzione è stata rivolta all'istituto dell'Apprendistato come strumento primario di accesso dei giovani al mondo del lavoro e che, come prevede la legge 92/2012 di riforma, riceveranno una retribuzione percentualizzata ma crescente nel corso della durata del rapporto, prevedendo anche l'apprendistato in cicli stagionali.

Inoltre, al fine di garantire maggiore serenità al lavoratore e al datore di lavoro nelle scelte di assunzione a tempo indeterminato, è stato aumentato il periodo di prova, affinché la scelta definitiva che dovrà essere maturata dagli stessi sia più consapevole e maturata.

Tutti questi aspetti di assoluta innovazione contenuti nel ccnl sottoscritto il 24 luglio 2013, hanno fatto registrare da subito apprezzamenti e riconoscimenti dalla comunità dei maggiori operatori di settore, ed è con tali prospettive che le parti si apprestano ad avviare un percorso di coinvolgimento di nuove aziende che credono nella flessibilità e nell'innovazione della contrattazione collettiva.

Enorme soddisfazione è stata espressa dal segretario generale, del sindacato firmatario Confsal, Marco Paolo Nigi, che dichiara: «Questo contratto avvicina i lavoratori alle imprese, innesca meccanismi di evidente vantaggio per le parti premiando il lavoro, e introduce meccanismi di flessibilità innovativa la cui applicazione in questo mercato del lavoro è ormai matura, senza alcuna penalizzazione circa le tutele di legge del rapporto».

Soddisfazione anche dalla giunta esecutiva della Confederazione Cifa per l'obiettivo raggiunto. «La sottoscrizione del contratto», dichiara Andrea Cafà, presidente nazionale Cifa, «rappresenta un obiettivo importante nel panorama della contrattazione collettiva, sia nell'ottica dell'accorpamento dei diversi settori disciplinati, sia per l'inserimento di strumenti sperimentali che vanno a istituire nuovi elementi di innovazione nella contrattazione collettiva, tanto invocati da istituzioni e addetti ai lavori ma mai realmente disciplinati nell'ambito della contrattazione».

© Riproduzione riservata

vota