Consulenza o Preventivo Gratuito

Verso una stangata su redditi e capitali finanziari

del 15/10/2013
di: Valerio Stroppa
Verso una stangata su redditi e capitali finanziari
Stangata su redditi e capitali finanziari. Dal 1° gennaio 2014 gli interessi su conti correnti, depositi e obbligazioni saranno tassati al 22%, contro il 20% attuale. Dalla stessa data rincara anche l'imposta di bollo che colpisce praticamente tutti gli strumenti detenuti in un dossier titoli (a cominciare da titoli di stato e azioni), oltre che conti deposito e polizze: dallo 0,15% vigente per il 2013 si salirà allo 0,165%, da calcolare sul valore indicato nel rendiconto al termine del periodo di riferimento. Come già avvenuto nel 2011, torna la possibilità di affrancare le plusvalenze latenti sugli stock finanziari presenti alla data del cambio di aliquota (31 dicembre 2013). È quanto prevede la bozza della legge di stabilità per l'anno 2014.

Deduzione Irap nuovi assunti. Dal 2014 le imprese potranno dedurre ai fini Irap il costo di ciascun nuovo lavoratore assunto a tempo indeterminato, fino a un massimo di 15 mila euro.

Irap professionisti. Abolito il fondo destinato a esentare dall'Irap piccoli imprenditori individuali, artisti e professionisti, istituito dalla precedente legge di stabilità (erano stati stanziati circa 700 milioni di euro per gli anni 2014-2016)

Potenziamento Ace. Ampliata la portata dell'incentivo al rafforzamento patrimoniale delle aziende istituito dal dl n. 201/2011. Il rendimento del capitale nozionale del nuovo capitale investito, fiscalmente deducibile, dall'attuale 3% salirà al 4,5% nel 2014 e al 6% nel 2015.

Deducibilità leasing immobili. In caso di beni immobili la deduzione dal reddito sarà ammessa in un periodo non inferiore a 12 anni. Novità applicabile ai contratti in vigore dal 2014.

Rivalutazione beni d'impresa e partecipazioni. Prevista la possibilità di rivalutare beni d'impresa e partecipazioni iscritti in bilancio al 31 dicembre 2012 (esclusi gli immobili merce). Facoltà di affrancamento del maggior valore con pagamento di imposta sostitutiva del 10, 12 o 16%, a seconda della tipologia di bene. Il nuovo costo fiscale sarà riconosciuto a partire dal quarto esercizio successivo alla rivalutazione (in caso di cessione anticipata si utilizzerà invece il vecchio importo).

Riallineamento valori impliciti partecipazioni. Le disposizioni di cui ai commi 10-bis e 10-ter dell'articolo 15 del dl n. 185/2008 si applicheranno anche alle operazioni effettuate dal 2012 in avanti. Con riguardo allo scorso esercizio il pagamento dell'imposta sostitutiva in unica rata dovrà avvenire entro la data prevista per il saldo delle imposte 2013.

Deferred tax e Irap. In caso di dichiarazione Irap da cui emerga un valore della produzione netta negativa, le imposte anticipate potranno essere trasformate in crediti d'imposta.

Crediti banche e assicurazioni. Possibilità di deduzione delle perdite e delle svalutazioni per deterioramento dei crediti verso clienti/assicurati, purché iscritti in bilancio, ai fini Ires e Irap. Rettifiche da assorbire in quote costanti in cinque anni. Applicabilità già dall'esercizio 2013

Cinque per mille. La possibilità per i contribuenti di destinare la quota Irpef al terzo settore viene confermata anche per l'esercizio finanziario 2014 (relativamente alle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2013). Destinati agli aiuti 400 milioni di euro.

Lotta all'evasione. Arriva uno stanziamento extra di 100 milioni di euro per il 2014 per potenziare l'attività ordinaria dell'Agenzia delle entrate.

Riforma del catasto. Autorizzata la spesa di 80 milioni di euro per il 2014 e di 100 milioni di euro annui per il 2015 e 2016 per consentire la realizzazione della riforma del catasto prevista dalla delega fiscale.

Garante del contribuente. Dal 2014 il Garante del contribuente, pur restando monocratico e su base regionale, sarà composto dal presidente della locale Ctr.

Compensazioni Irpef/Ires/Irap. Il visto di conformità abbraccia anche le imposte dirette. Chi utilizzerà in compensazione orizzontale crediti superiori a 15 mila euro annui dovrà chiedere l'apposizione del visto sulla dichiarazione da cui emerge il credito (come già avviene per i crediti Iva).

Cpgt. Stop all'autonomia contabile del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria. Alle spese di funzionamento si farà fronte con le risorse umane e finanziarie iscritte nella «missione giustizia» e iscritte nel bilancio del Mef

Compensi Caf. Prorogato fino al 2016 il blocco dell'indicizzazione Istat per i compensi all'assistenza fiscale prestata dai Caf. In alternativa è allo studio una riduzione di 2 euro per ciascuna dichiarazione trasmessa.

Contrasto falsi rimborsi Irpef. L'Agenzia delle entrate dovrà effettuare controlli preventivi delle dichiarazioni delle persone fisiche che presentano risultati a credito per oltre 4 mila euro. Norma applicabile dalla campagna dichiarativa 2014.

©Riproduzione riservata

vota