Consulenza o Preventivo Gratuito

Tabacchi, entrate 2014 in forte calo

del 12/10/2013
di: di Beatrice Migliorini
Tabacchi, entrate 2014 in forte calo
Più di 750 milioni di euro per il 2013 e quasi un miliardo per il 2014. Questo l'ammontare degli ammanchi, stimato pochi giorni fa dal Mef, per le casse dell'Erario a seguito della contrazione del mercato dei tabacchi che, ogni anno, contribuisce alle entrate tributarie dello stato con più di 11 mld. A contribuire in modo incisivo alla contrazione del mercato, oltre alle misure fiscali messi in campo nei primi mesi del 2013, anche l'aumento dell'aliquota Iva dal 21 al 22%. L'aumento dell'Iva avrà un impatto sui prezzi del 5% e, visto che i tabacchi pagano l'Iva anche sulle accise, sarà inevitabile per i produttori aumentare il prezzo finale. Nel 2011, quando l'Iva salì dal 20 al 21%, un pacchetto di sigarette rincarò di 30 centesimi, il mercato subì un forte calo di vendite e l'erario vide ridursi il gettito. Per questo la previsione per il 2014 è di una contrazione delle di un miliardo di euro. A rischio poi, il ritorno del contrabbando. Nel 2012 in Italia il contrabbando ha pesato fra l'8 e il 9% dei consumi totali, con una perdita per lo stato di 1,3 miliardi di euro.
vota