Consulenza o Preventivo Gratuito

Premi Inail più cari da luglio

del 02/10/2013
di: di Daniele Cirioli
Premi Inail più cari da luglio
Premi Inail più cari. Dal 1° luglio infatti i minimali e massimali di rendita utilizzati nel calcolo dei premi assicurativi da versare sono rivalutati del 3,02% per via della consueta variazione Istat. Per i lavoratori parasubordinati (co.co.co. e lavoratori a progetto) significa che i tetti mensili, minimo e massimo, entro cui calcolare i premi passano rispettivamente a 1.331,93 (1.292,90 fino al 30 giugno) e a 2.473,58 (2.401,10 fino al 30 giugno) euro. Lo spiega l'Inail nella circolare n. 41/2013 con cui aggiorna i valori già diffusi con la circolare n. 14/2013 (si veda ItaliaOggi del 22 marzo).

Parasubordinati. Il dlgs n. 38/2000 ha stabilito che la base imponibile per il calcolo dei premi assicurativi dovuti da e per i lavoratori parasubordinati (co.co.co. e, dopo il dlgs n. 276/2003, i lavoratori a progetto) è data dai «compensi effettivamente percepiti», nel rispetto dei limiti minimo e massimo, che sono poi il minimale e il massimale di rendita. Poiché in questi rapporti non è prevista una prestazione a tempo, l'imponibile non può essere misurato «a giorni di prestazione», derivando da questo che minimale e massimale di rendita vanno divisi in mesi, al fine di confrontarli con il compenso medio mensile ottenuto dividendo i compensi effettivi per i mesi, o frazioni di mesi, di durata del rapporto di collaborazione. Nel caso delle mini co.co.co. (cioè di quei rapporti di collaborazione di durata non superiore a 30 giorni e compensi non superiori a 5 mila euro in un anno solare), la base imponibile è costituita dai compensi percepiti effettivamente nel rispetto del minimale e massimale di rendita, rapportata ai giorni di effettiva durata del rapporto. A partire dal 1° luglio 2013 il minimale mensile sale a 1.331,93 euro (1.292,90 fino al 30 giugno) mentre il massimale mensile a 2.473,58 euro (2.401,10 euro fino al 30 giugno); per le mini co.co.co. i valori sono minimale giornaliero 53,28 euro (51,72 euro fino al 30 giugno) e massimale giornaliero 98,94 euro (96,04 euro fino al 30 giugno).

Dirigenti. Per i dirigenti, l'aggiornamento determina una retribuzione convenzionale giornaliera di euro 98,94 (euro 96,04 fino al 30 giugno) e mensile di euro 2.473,58 (euro 2.401,10 fino al 30 giugno). In caso di rapporto part-time la retribuzione convenzionale oraria passa a euro 12,37 (euro 12,01 fino al 30 giugno).

Alunni e studenti. Con riferimento agli alunni e studenti addetti a esperienze tecnico-scientifiche o esercitazioni pratiche o di lavoro la misura del premio annuale a persona, sempre dal 1° luglio passa a euro 2,55 e, pertanto, l'importo dovuto per la regolazione dell'anno scolastico 2012-2013 è pari a euro 2,50 (calcolato sommando 8/12 di euro 2,48, vecchio valore, e 4/12 di euro 2,55, nuovo valore). Per il periodo gennaio-ottobre 2013 va applicata l'integrazione di 0,02 euro rispetto al premio di euro 2,48 già richiesto.

vota