Consulenza o Preventivo Gratuito

Canone locazione immobili urbani

del 25/09/2013
di: Ufficio legale della Confedilizia
Canone locazione immobili urbani
Autoriduzione, è arbitraria

In tema di locazione di immobili urbani per uso diverso da quello abitativo, la cosiddetta autoriduzione del canone (cioè, il pagamento di questa in misura inferiore a quella convenzionalmente stabilita) costituisce fatto arbitrario e illegittimo del conduttore, che provoca il venir meno dell'equilibrio sinallagmatico del negozio, anche nell'ipotesi in cui detta autoriduzione sia stata effettuata dal conduttore in riferimento al canone dovuto a norma dell'art. 1578, primo comma, cod. civ., per ripristinare l'equilibrio del contratto, turbato dall'inadempimento del locatore e consistente nei vizi della cosa locata.

«Tale norma, infatti, non dà facoltà al conduttore», ha precisato la Cassazione nella sentenza n. 10639/12, «di operare detta riduzione, ma solo a domandare la risoluzione del contratto o una riduzione del corrispettivo, essendo devoluto al potere del giudice di valutare l'importanza dello squilibrio tra le prestazioni dei contraenti».

vota