Consulenza o Preventivo Gratuito

I primi 10 anni in Italia dello studio legale Bird&Bird

del 24/09/2013
di: La Redazione
I primi 10 anni in Italia dello studio legale Bird&Bird
Lo studio inglese Bird&Bird compie i suoi primi dieci anni in Italia. E per spegnere le 10 candeline ha invitato ieri sera avvocati, amici e clienti al Piccolo di Milano per uno spettacolo teatrale dal titolo “Aspettando Mr. Bird”. Gli oltre 600 presenti alla festa sono stati in qualche modo la testimonianza del successo della law firm in Italia. Il managing partner Massimiliano Mostardini, infatti, quando tira le somme di questo decennio appena concluso non parla mai dei risultati economici raggiunti in termini di fatturato bensì di persone. Di come lo studio sia stato avviato da quattro avvocati nel 2003 mentre oggi conta 15 partner e circa 120 professionisti. “Credo”, spiega, “che basti questo a dimostrare quanto siamo cresciuti”. La crisi di questi ultimi anni? “Non l'abbiamo vista”, aggiunge, “poiché la nostra attività legale ha un approccio molto particolare che giustifica in qualche modo il successo di Bird&Bird. Nei primi anni del 2000”, ricorda Mostardini, “il mercato era già presidiato da studi legali molto importanti che si occupavano di tutta l'attività delle grandi imprese italiane. La sfida stava nel trovare un segmento nuovo. Bird&Bird, in questo senso, ha intercettato la necessità di una conoscenza verticale degli aspetti regolatori e dell'innovazione. Oggi non ci sono solo le leggi a disciplinare le telecomunicazioni o il settore farmaceutico, ma anche normative di dettaglio dettate dalle varie autorità competenti. Ecco, il nostro valore aggiunto sta nella conoscenza estremamente approfondita dei vari settori corporate, banking, finance, information-technology, life science. Un'attività, forse, fino a quel momento, tipica delle boutique del diritto fatte di pochissimi avvocati. Chiaramente questo approccio non è ricercato solo dalle multinazionali ma anche piccole aziende particolarmente specializzate e, perché no artisti, scienziati, inventori. Non a caso», ci tiene a ricordare l'avvocato, «per lo studio lavorano sia avvocati che professionisti provenienti dalle autorità ma anche esperti di chimica, farmaceutico e biotecnologie». Oggi questa consulenza specifica pesa per il 50% sul fatturato mentre l'altro 50% è nel litigation. Le sfide del futuro? Fedele al british style che contraddistingue la policy di B&B, Mostardini comunica che la sede di Roma a brevissimo cambierà indirizzo passando da Piazza di Spagna alla vicina Piazza del Popolo ma non annuncia l'ambizione di prendere anche un quinto piano (oltre ai quattro già occupati) del centralissimo palazzo a due passi da Piazza San Babila per espandere ulteriormente l'attività. Mostardini, però, un pensiero per il futuro ce l'ha e riguarda i giovani. «Ci arrivano molti curricula da parte di laureati a pieni voti e che conoscono le lingue e hanno frequentato un master, ma oggi questo non basta più perché spesso si tratta di saperi diversi che poco hanno in comune. Il nostro lavoro in Bird&Bird ha bisogno sì di specializzazione ma ha bisogno soprattutto di passione nei confronti del diritto. Passione che in B&B sarà una qualità che vorrei riscontrare molto più spesso nei giovani che vogliono lavorare per noi e che in futuro vorrei privilegiare».
vota