Consulenza o Preventivo Gratuito

Stretta Ue sull'origine del cibo

del 18/03/2010
di: Luigi Chiarello
Stretta Ue sull'origine del cibo
Via libera all'obbligatorietà in etichetta del luogo di provenienza per carne, pollo, prodotti lattiero-caseari, frutta fresca, vegetali e altri prodotti monoingredienti quali la passata di pomodoro. L'Europarlamento ha approvato due giorni fa, a larga maggioranza, il progetto di relazione Sommers sulla proposta di regolamento relativo alla fornitura di informazioni alimentari ai consumatori. La Commissione ambiente ha confermato il lavoro fatto dalla Commissione agricoltura, presieduta da Paolo De Castro, che, lo scorso gennaio, aveva approvato una serie di emendamenti, modificando due settori della legislazione comunitaria in materia di etichettatura. E cioè le norme generali dei prodotti alimentari e le disposizioni sull'etichettatura nutrizionale. Adesso il provvedimento passerà all'esame dell'Aula per l'approvazione in prima lettura. «L'indicazione d'origine», spiega De Castro, «sarà obbligatoria anche per i prodotti trasformati a base di carne, pollo e pesce quando la materia prima è caratterizzante il processo produttivo. Anche in tema di marche commerciali (private label) sarà obbligatorio riportare in etichetta l'indicazione del nome del produttore».

vota