Consulenza o Preventivo Gratuito

Giochi, lo stato incassa un decimo della raccolta

del 19/09/2013
di: di Beatrice Migliorini
Giochi, lo stato incassa un decimo della raccolta
Un'entrata erariale netta di 5,090 miliardi di euro nel 2012 e di 3,62 miliardi di euro fino ad agosto 2013. Queste le cifre che l'amministrazione finanziaria è riuscita a recuperare attingendo direttamente dal comparto dei giochi, in particolare, dal settore delle new slot (awp) e dalle videolottery (vlt). Queste le cifre rese note ieri durante il question time che si è svolto in commissione finanze alla camera, dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli che, attraverso il sottosegretario all'economia Pier Paolo Baretta, ha risposto ad un'interrogazione inoltrata dall'Enrico Zanetti (Sc). I dati forniti dall'Agenzia mostrano, però, come il quantum netto che entra nelle casse dello stato, corrisponda, in realtà, a quasi un decimo di quello che è la raccolta complessiva legata al settore delle new slot e delle videolottery. Nel 2012, infatti, la raccolta totale è stata di 49,09 miliardi di euro mentre, fino ad agosto 2013, di 31,60 miliardi. Per ricavare da queste cifre l'entrata erariale netta, però, è necessarie prima sottrarre dal totale: le vincite, che solo nel 2012 sono state pari a 39,75 miliardi, il prelievo erariale unico (4,10 miliardi) e il canone di concessione (147,27 milioni di euro). Ecco, quindi, che dei 49,09 miliardi di euro di raccolta solo 5,09 riescono ad essere incassati dallo stato. Simile l'andamento fino al 31 agosto 2013. A fronte di una raccolta totale di 31,60 miliardi di euro, le entrate erariali nette sono state di 3,62 miliardi. A conclusione del question time, l'Agenzia delle dogane ha, inoltre, precisato come che, «quando ci si riferisce al giro d'affari del gioco, ci si riferisce ad un totale che è sempre frutto della differenza tra la raccolta e le vincite pagate ai giocatori. Da queste vincite, però, è sempre necessario sottrarre le imposte gravanti sui giochi che variano a seconda della tipologia di gioco».

© Riproduzione riservata

vota