Consulenza o Preventivo Gratuito

Videosorveglianza privata, archivio per 7 giorni

del 14/09/2013
di: Stefano Manzelli
Videosorveglianza privata, archivio per 7 giorni
Anche i centri commerciali, le oreficerie, i distributori di carburante e i supermercati oltre alle banche possono conservare le immagini della videosorveglianza fino a una settimana. Purché il titolare del trattamento dei dati personali si assuma la responsabilità di evidenziare la peculiarità del rischio a cui è sottoposta l'area controllata. Lo ha chiarito il Garante della privacy con un parere fornito alla Confcommercio il 2 agosto 2013, su indicazione del comando della polizia municipale di Verona. Le esigenze di prevenzione del crimine e delle attività illecite stanno allargando le maglie del codice privacy che sulla materia del trattamento dei dati personali è molto severo. Con il provvedimento generale del garante dell'8 aprile 2010 sono state sdoganate le immagini conservate dai comuni per finalità di sicurezza che ora possono essere conservate fino a sette giorni. Per quanto riguarda, invece, la durata della conservazione delle immagini da parte delle imprese private il provvedimento dell'8 aprile 2010 è molto severo, limitando il trattamento fino ad un massimo di 24 ore «fatte salve speciali esigenze di ulteriore conservazione in relazione a festività o chiusura di uffici o esercizi, nonché nel caso in cui si deve aderire ad una specifica richiesta investigativa e per peculiari esigenze tecniche o per la particolare rischiosità dell'attività svolta dal titolare del trattamento». Proprio per dettagliare meglio quest'ultima circostanza il Garante ha divulgato il parere del 2 agosto 2013. Non può escludersi che la peculiarità del rischio possa essere ravvisata anche in relazione ad altre attività (oltre alle banche già specificamente citate) come supermercati, centri commerciali, oreficerie, e stazioni di servizio. In pratica occorre che sia il titolare del trattamento dei dati ad effettuare una specifica valutazione dei tempi più idonei di conservazione assumendosi conseguentemente ogni responsabilità. Questa novità, inoltre, potrà allargarsi ad ogni attività a rischio come sono ormai considerate tutte le imprese commerciali dove in cassa circola denaro.

© Riproduzione riservata

vota