Consulenza o Preventivo Gratuito

Assicurazione scaduta, multa ridotta del 30%

del 12/09/2013
di: di Stefano Manzelli
Assicurazione scaduta, multa ridotta del 30%
Chi si dimentica di rinnovare l'assicurazione Rc auto per qualche giorno ora può rimediare più agevolmente alla grave distrazione ripristinando entro 5 giorni la copertura assicurativa ovvero demolendo il veicolo e pagando la multa ulteriormente ridotta a 147,18 euro. E ottenendo immediatamente anche il dissequestro del mezzo trattenuto in deposito con una evidente limitazione delle spese di custodia. Lo ha confermato la polizia municipale di Torino con la circolare n. 76 del 4 settembre 2013. Lo sconto sulle multe introdotto dalla legge 98/2013 ha innovato anche in materia di copertura assicurativa obbligatoria. Secondo il Viminale, infatti, che si è espresso con la circolare del 12 agosto 2013, la riduzione del 30% sull'importo delle sanzioni si deve poter applicare anche all'importo già normalmente ridotto a dall'articolo 193 del codice della strada per chi viene pizzicato con la polizza scaduta al massimo da 30 giorni e decide di ripristinare subito la copertura assicurativa o di demolire il mezzo con la conseguente radiazione. Ma in questo caso le procedure dovranno essere tutte molto accelerate. Mentre infatti il codice stradale ammette termini più lunghi per essere ammessi solo al beneficio della prima riduzione per aver accesso al super sconto occorre che il trasgressore si muova velocemente. Non basterà infatti pagare la multa in misura super scontata ma entro lo stesso lasso temporale di soli 5 giorni occorrerà dimostrare alla polizia stradale di aver già provveduto anche al ripristino della copertura assicurativa (per almeno 6 mesi) o alla demolizione definitiva con radiazione del mezzo dai pubblici registri. In buona sostanza, specifica la circolare di Torino, «per poter usufruire di entrambe le riduzioni, le relative procedure ed il pagamento della sanzione devono avvenire necessariamente entro 5 giorni dalla data di contestazione/notificazione». Chiaramente spetterà agli organi di polizia stradale informare dettagliatamente il trasgressore al momento del controllo di questa nuova opportunità un po' complessa ma senz'altro molto conveniente per gli automobilisti distratti dalla scadenza dei tagliandi Rc auto.

vota