Consulenza o Preventivo Gratuito

Patenti professionali, contestata la proroga

del 11/09/2013
di: Andrea Lovelock
Patenti professionali, contestata la proroga
La proroga di due anni del ministero dei trasporti nella scadenza della cosiddetta patente professionale, che rinvìa così i corsi di aggiornamento, è stata duramente contestata dai vertici di Unasca, l'associazione maggiormente rappresentativa di autoscuole e studi di consulenza automobilistica. «La decisione del ministero», afferma Emilio Patella, segretario nazionale Unasca Autoscuole, «ci ha sorpresi, non solo perché sopraggiunta a pochi giorni dalla data di scadenza dei corsi, fissata da tempo, ma soprattutto perché si inserisce in un periodo in cui erano stati fatti dei passi importanti per la sicurezza stradale, attesi da anni, e che ora, tagliando la formazione, si rischia di rendere deboli: pensiamo alle riforme del codice, i cambiamenti negli esami, le politiche che premiano i comportamenti virtuosi in strada, come la riduzione delle sanzioni. Siamo convinti che la formazione e il controllo dei reati siano le due facce della sicurezza stradale». Ad alimentare la polemica c'è poi un dato di fatto specifico negativo del trasporto di merci e persone effettuato con mezzi pesanti: la lesività dei mezzi pesanti è maggiore rispetto a quella dei mezzi leggeri, come attestano i dati del 2011 che certificano oltre 27 mila incidenti l'anno che hanno visto coinvolti i mezzi pesanti pari a quasi il 10% sul totale.

vota