Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro: visite mediche ora in soffitta

del 06/09/2013
di: di Daniele Cirioli
Lavoro: visite mediche ora in soffitta
In soffitta l'obbligo della visita medica pre-assuntiva dei minorenni. Bambini e adolescenti pertanto possono essere assunti senza preventivo riconoscimento, a cura e spese del datore di lavoro, dell'idoneità al lavoro a cui devono essere adibiti, obbligo per il quale era prevista la sanzione fino a 6 mesi di reclusione o dell'ammenda di 5.164 euro. In soffitta inoltre anche l'obbligo della visita medica pre-assuntiva degli aspiranti apprendisti, tranne che nel caso di lavorazioni a rischio. Lo stabilisce l'art. 42 del dl n. 69/2013 (c.d. decreto Fare), convertito dalla legge n. 98/2013 in vigore dal 20 agosto.

L'assunzione di minori. È la legge n. 977/1967 che prevedeva obbligo della visita medica pre-assuntiva dei minori, stabilendo che i bambini e gli adolescenti potevano essere ammessi al lavoro purché riconosciuti idonei all'attività lavorativa di destinazione a seguito di visita medica. L'obbligo riguardava i bambini e gli adolescenti: i primi intesi coloro che non ancora hanno compiuto l'età di 15 anni oppure che sono ancora soggetti all'obbligo scolastico; i secondi coloro che hanno un'età compresa tra 15 e 18 anni e che non sono più soggetti all'obbligo scolastico. Nel caso di bambini l'obbligo della visita medica pre-assuntiva ricorreva nell'ipotesi di un loro impiego in attività lavorative di carattere culturale, artistico, sportivo o pubblicitario e nel settore dello spettacolo; impiego che poteva (e tuttora può) avvenire solo dietro autorizzazione della direzione territoriale del lavoro, a condizione che si tratti di attività che non pregiudicano la loro sicurezza, l'integrità psicofisica e lo sviluppo, la frequenza scolastica o partecipazione a programmi di orientamento o formazione professionale e comunque previo assenso scritto dei genitori quale deroga al divieto di lavoro per i bambini.

L'assunzione di apprendisti. È il dpr n. 1668/1956 che prevedeva obbligo della visita medica pre-assuntiva per gli apprendisti. Stabiliva in particolare che gli aspiranti apprendisti non potevano essere assunti dalle imprese non artigiane, né potevano essere adibiti al lavoro in quelle artigiane (in tal caso la visita sanitaria aveva luogo dopo l'assunzione), prima di essere sottoposti alla visita sanitaria per l'accertamento dell'idoneità delle loro condizioni fisiche al particolare lavoro per cui venivano assunti.

Visite mediche in soffitta. Il dl n. 69/2013 ha messo in soffitta entrambi i richiamati obblighi. In particolare, l'art. 42 stabilisce che, fermi restando gli obblighi di certificazione previsti dal T.u. sicurezza (dlgs n. 81/2008) per i lavoratori soggetti a sorveglianza sanitaria, sono abrogate le disposizioni concernenti l'obbligo dei certificati attestanti l'idoneità psico-fisica al lavoro per le assunzioni dei minori e degli apprendisti.

vota