Consulenza o Preventivo Gratuito

La nuova Stp paga 200 in Cdc

del 27/08/2013
di: di Cinzia De Stefanis
La nuova Stp paga 200  in Cdc
Diritto annuale pari a 200 euro (prima fascia di fatturato) per le società tra professionisti iscritte per il primo anno (cioè durante il 2013) nella sezione speciale del registro delle imprese. Mentre, per le altre Stp iscritte al registro delle imprese il diritto annuale viene definito in base all'importo del fatturato dell'anno precedente e non in misura fissa. Per l'anno 2014 il ministero dello sviluppo economico, definirà con proprio decreto gli importi del diritto annuale relativi a tale annualità. Questa è l'importante precisazione contenuta nella nota del 17 luglio 2013 prot. n. 01209330 del ministero dello sviluppo economico – dipartimento per l'impresa e l'internazionalizzazione . Ricordiamo che il 22 aprile 2013 è entrato in vigore il regolamento attuativo (decreto n. 34/2013 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 6 aprile 2013 n. 1) per le società tra professionisti. Da questa data i professionisti iscritti in ordini e collegi (architetti, ingegneri, commercialisti, geometri, notai ecc.) possono svolgere la propria attività, regolamentata nel sistema ordinistico, anche in forma societaria. Tale società tra professionisti (Stp) deve essere iscritta nel registro delle imprese e negli albi o registri tenuti presso l'ordine o il collegio professionale di appartenenza dei soci professionisti. Le «Stp tra avvocati» restano soggette alla normativa contenuta nel dlgs n. 96/2001: pertanto possono costituirsi solo come società regolate dalle norme sulle società in nome collettivo e con attività esclusiva di avvocato. Per consentire lo svolgimento in forma societaria dell'attività professionale regolamentata la società tra professionisti, costituita ai sensi della legge 183/2011, deve iscriversi nell'apposita sezione speciale del registro delle imprese, in cui si iscrivono le società tra avvocati, secondo questo iter: la Stp si iscrive come società inattiva al registro delle imprese; successivamente la Stp si iscrive nell'albo tenuto dall'ordine/collegio di appartenenza. Se la società svolge attività appartenenti a più professioni protette (c.d. «società multidisciplinare») deve iscriversi presso l'albo o il registro dell'ordine/collegio professionale relativo all'attività individuata come prevalente nello statuto o nell'atto costitutivo. Se non risulta un'attività prevalente, la società deve iscriversi in tutti gli albi e registri ordinistici previsti per le attività esercitate (art.7 decreto n. 34/2013). Infine, quando la Stp inizia l'attività economica, il legale rappresentante entro 30 giorni da tale inizio deve richiedere l'iscrizione nella apposita sezione speciale del registro delle imprese. La nota Mise ricorda infine che per le star up iscritte nella sezione speciale del registro imprese sono esonerate dal pagamento del diritto annuale.

© Riproduzione riservata

vota