Consulenza o Preventivo Gratuito

Coniugi violenti fuori di casa

del 09/08/2013
di: di Valerio Stroppa
Coniugi violenti fuori di casa
Coniugi violenti allontanati da casa. In presenza di gravi indizi di colpevolezza di maltrattamenti o minacce che mettano in pericolo l'integrità fisica dei familiari, il pm potrà chiedere al giudice un provvedimento inibitorio urgente. Anonimato garantito a chi segnala episodi di violenza domestica, mentre alle vittime sarà assicurato il gratuito patrocinio legale, a prescindere dal reddito posseduto. Novità pure in materia di stalking: la querela diventa irrevocabile (onde evitare ripensamenti indotti da ulteriori atti persecutori) e viene stabilito l'arresto obbligatorio in flagranza di reato. È quanto prevede lo schema di decreto legge approvato ieri dal consiglio dei ministri. Un provvedimento che il premier Enrico Letta ha definito il prologo di «una lotta senza quartiere al triste fenomeno del femminicidio». Il giro di vite sulla violenza di genere è deciso. Attraverso numerosi ritocchi al codice penale, sono introdotte aggravanti per i maltrattamenti familiari perpetrati in presenza di minori, come pure per le violenze sessuali a danno di donne incinte e del partner (o ex). Stalking punito duramente pure se telefonico o via internet. Modifiche anche al codice di procedura penale. Si garantisce alla parte offesa una continua informazione circa l'andamento della vicenda processuale dell'imputato. Introdotta la possibilità di acquisire testimonianze con modalità protette laddove la vittima sia minorenne o comunque vulnerabile. In attuazione della Convenzione di Istanbul, recentemente ratificata dall'Italia, in aggiunta all'assistenza legale gratuita si prevede anche la concessione di un permesso di soggiorno per motivi umanitari a tutela delle vittime straniere di violenza domestica.

Il dl opera una stretta anche su altri fenomeni illeciti. Per i furti di rame, sempre più frequenti presso reti ferroviarie e di telecomunicazione, arriva una maxi-pena fino a 10 anni di reclusione. In tema di violenza negli stadi, viene esteso per altri tre anni l'istituto giuridico che consente l'arresto differito dei responsabili. Norma che, evidenzia il governo, ha consentito finora di ridurre del 29% i disordini in occasione di manifestazioni sportive, aumentando al contempo le denunce (+44%). Per quanto riguarda le rapine, l'inasprimento di pena colpirà quelle compiute a danno di soggetti over 65 oppure in presenza di un minore, nonché quelle operate nei luoghi «tali da ostacolare la pubblica o privata difesa» (oltre che in abitazione).

vota