Consulenza o Preventivo Gratuito

Semilibertà preclusa ai recidivi

del 06/08/2013
di: La Redazione
Semilibertà preclusa ai recidivi
Stretta sui benefici ai recidivi. Niente più semilibertà e affidamento ai servizi sociali per chi è recidivo, come prevede un emendamento passato con il sostegno della Lega e con il no di Sel e l'astensione del Movimento cinque stelle. Respinto, invece, l'emendamento del M5S (primo firmatario Andrea Colletti) che intendeva sopprimere la cosiddetta legge «salva Previti» che prevede la possibilità per gli ultrasettantenni di scontare la pena ai domiciliari e non in carcere. L'aula di Montecitorio ha licenziato con 317 voti favorevoli, 107 contrari e un astenuto, il disegno di conversione del dl «svuotacarceri». Il testo ora tornerà al senato per l'approvazione definitiva. Soddisfazione per l'approvazione dell'emendamento sui recidivi è stata espressa dal deputato di Fratelli d'Italia, Edmondo Cirielli, secondo cui «si tratta di un piccolo passo in avanti che purtroppo, però, non cancella i disastri del provvedimento voluto dal governo che impatterà sulla sicurezza dei cittadini».

© Riproduzione riservata

vota