Consulenza o Preventivo Gratuito

Sgravi, istruzioni con un anno di ritardo

del 02/08/2013
di: La Redazione
Sgravi, istruzioni con un anno di ritardo
«Gli sgravi contributivi per l'assunzione di lavoratori socialmente svantaggiati, sgravi stabiliti con la riforma Fornero del 2012», dichiara Francesco Longobardi, presidente nazionale dell'Ancl, «sono l'ennesimo esempio di come il nostro sia un sistema che paralizza il mercato del lavoro, vittima di incertezze, ritardi e inefficienza».

Ecco riassunta la cronologia: il 18 luglio 2012 è entrata in vigore la legge 92/2012, la riforma Fornero, che stabiliva sgravi contributivi per lavoratori in condizioni di svantaggio (ultracinquantenni, disoccupati da oltre 12 mesi, donne prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi) per la loro assunzione a partire dal 1° gennaio 2013. Le disposizioni applicative di quelle agevolazioni sono state divulgate il 25 luglio 2013: più di un anno dopo l'entrata in vigore della riforma, e dopo quasi otto mesi dal giorno in cui si sarebbero già potuti applicare gli sgravi.

«Quante assunzioni avrebbero potuto esserci e non ci sono state perché abbiamo perso più di un anno?», chiede Longobardi. «Nei fatti, nessun datore di lavoro avrà effettuato assunzioni agevolate per la solita, deprimente, estenuante, sfibrante mancanza di disposizioni amministrative», conclude il presidente del sindacato dei consulenti del lavoro «Se non c'è un collegamento diretto e veloce tra decisione del legislatore e passaggio amministrativo, in questo paese le leggi anche buone resteranno sempre delle statue. Belle da ammirare, ma inamovibili».

vota