Consulenza o Preventivo Gratuito

Notifiche valide anche a estranei

del 02/08/2013
di: Debora Alberici
Notifiche valide anche a estranei
È valida la notifica fatta a chi si qualifica all'ufficiale giudiziario come moglie del contribuente pur non essendo legata al destinatario dal alcun rapporto familiare, di convivenza o matrimoniale.

È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con l'ordinanza n. 18492 del 1° agosto 2013, ha accolto il ricorso dell'amministrazione finanziaria.

La vicenda riguarda un contribuente napoletano che aveva ricevuto un atto impositivo. L'atto in questione, però, era stato consegnato dall'ufficiale giudiziario presso la su residenza a una donna che si era qualificata come moglie del destinatario ma che, da ricerche successive era risultata essere, invece, un'estranea. Sulla base di questo evento, in primo grado, la Ctp aveva annullato la pretesa dell'amministrazione finanziaria. La decisione è poi stata confermata dalla Ctr campana.

Con la sentenza di oggi, però, la sesta sezione, ha ribaltato la doppia conforma di merito, arrivata prima dalla Ctp e poi dalla Ctr. I supremi giudici hanno, infatti, ricordato come, in un caso analogo, sia stata la stessa Cassazione ha stabilire la validità dell'atto di notificazione, anche se fatto a una persona estranea che si era qualificata come dipendente. La validità dell'atto, quindi, non può essere inficiata sulla base del mero difetto di un rapporto di lavoro.

© Riproduzione riservata

vota